I carabinieri trovano un arsenale a Roccella Jonica

Mitragliette, fucili da caccia, pistole e centinaia di munizioni nell'abitazione di un 39enne. Le armi finiranno sul tavolo dei Ris per capire se abbiano sparato

Mercoledì, 13 Gennaio 2016 19:16 Pubblicato in Cronaca
Parte del materiale sequestrato dai carabinieri a Roccella Jonica Parte del materiale sequestrato dai carabinieri a Roccella Jonica

ROCCELLA JONICA Aveva in casa una vera e propria Santabarbara Giuseppe Coluccio, 39enne di Roccella Jonica arrestato dai carabinieri per detenzione di armi da guerra e comuni da sparo, munizioni, esplosivi, stupefacente. È lungo l'elenco del materiale che i militari dell'Arma hanno trovato nell'abitazione dell'uomo: una pistola semiautomatica cal. 9 marca "Whalter" P1; una mitraglietta cal. 7,65 marca "VZ 61 Scorpion"; 50 cartucce cal. 9x19; tre bilancini elettronici di precisione; 5 fucili da caccia; due mitragliette, rispettivamente, calibro 9 marca "Imi Uzi" e calibro 7,65 marca "VZ 61 Scorpion"; tre pistole di vario calibro; mille cartucce di vario calibro; tre ordigni esplosivi artigianali del peso complessivo di un chilo e 330 grammi; 400 grammi di marijuana, 100 grammi di cocaina e 15 grammi di hashish, suddivisi in involucri in cellophane.
Tutto il materiale è stato rinvenuto all'interno di alcuni borsoni, parte dei quali sono stati trovati in un'intercapedine ricavata sotto le tegole del tetto di un nascondiglio segreto scoperto a seguito dell'estensione dell'attività di ricerca.

coluccio

(Giuseppe Coluccio)


Tutto il materiale sarà inviato al Ris di Messina per verificare se le armi siano state mai utilizzate in altri reati. Al termine delle formalità di rito, l'arrestato, su disposizione del sostituto procuratore della Repubblica di Locri, Alfredo Manca, è stato tradotto presso il carcere di Locri, in attesa dell'udienza di convalida.

armi 2

(Fucili, pistole e armi da guerra sequestrate dai carabinieri)