Oliverio chiede un tavolo sulla crisi idrica

Il governatore ha allertato le Prefetture per ottimizzare la gestione dell’acqua. Attenzione particolare per la diga di Tarsia Lunedì, 19 Giugno 2017 13:18 Pubblicato in Cronaca
La diga di Tarsia La diga di Tarsia

CATANZARO Il dirigente generale del dipartimento Lavori pubblici Domenico Pallaria ha rilasciato la seguente dichiarazione sulla crisi idrica che sta interessando gran parte del nostro Paese: «Un adeguato approvvigionamento di risorse idriche di buona qualità – ha detto Pallaria – è un requisito imprescindibile del progresso sociale ed economico. Oggi, in presenza di una preoccupante carenza idrica che sta interessando l’intero territorio nazionale è necessario fare due cose: imparare a economizzare l’acqua e gestire con maggiore efficienza le risorse disponibili. Su questi principi si delinea l’azione del presidente Oliverio che ha allertato le Prefetture per la convocazione, urgente, di un Tavolo Tecnico cui parteciperà la regione unitamente al Servizio Dighe nazionale. In particolare, la Prefettura di Cosenza, ove, rispetto alle altre zone della Calabria, insistono degli invasi, quale quello di Tarsia, utilizzati prevalentemente ad uso irriguo». Di recente, la diga di Tarsi è stata interessata da un "taglio" della capienza per ragioni di sicurezza. E per questo motivo, nell'area della Sibaritide, sono forti le preoccupazioni per una riduzione delle forniture.