Presadiretta indaga sui Mammasantissima

Ospiti di Riccardo Iacona il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri e l’aggiunto reggino Giuseppe Lombardo. Nella puntata il racconto del livello segreto in cui si sono fusi 'ndrangheta, massoneria deviata e politica Sabato, 23 Settembre 2017 19:57 Pubblicato in Cronaca

ROMA Lunedì alle 21.15 Rai3 trasmette una nuova puntata di Presadiretta dal titolo I Mammasantissima, in cui si torna sul terreno della lotta alla criminalità organizzata. Una vera e propria spy story, nella quale si intrecciano la politica, la 'ndrangheta e la massoneria. In studio, ospite di Riccardo Iacona, il procuratore della Repubblica di Catanzaro Nicola Gratteri, uno dei magistrati più noti e in prima linea nella battaglia contro la 'ndrangheta. In questa puntata anche alcuni dei testimoni più importanti dell'impegno dello Stato nella lotta contro la criminalità organizzata come la presidente della commissione Antimafia Rosy Bindi e Giuseppe Lombardo, procuratore aggiunto di Reggio Calabria, che da anni indaga il livello più evoluto della criminalità e conosce i territori segreti dell'anti Stato. Sulla 'ndrangheta si è detto e visto molto: sappiamo della sua pervasiva capacità di infiltrarsi nelle istituzioni e negli appalti, di lucrare sulla spesa pubblica, di gestire il traffico internazionale di droga, conosciamo la sua abilità nel cambiare pelle e il suo fiuto per gli affari. L'inchiesta di Presadiretta prova a fare un passo avanti, entra nelle stanze segrete del potere politico criminale per raccontare chi sono quelli che le abitano, i Mammasantissima. A Presadiretta, il racconto del livello segreto, il supervertice criminale, in cui si sono fusi 'ndrangheta, massoneria deviata e politica, all'interno del quale si decide tutto: strategie economiche e politiche a livello nazionale. Un'inchiesta ricca di rivelazioni, intercettazioni, testimonianze di pentiti e di latitanti.