Maestre arrestate a Piacenza, c'è anche una cosentina

Nei confronti della 58enne e della collega gli inquirenti avrebbero documentato maltrattamenti fisici e psicologici a bambini di 8 anni. Le segnalazioni erano partite dall'insegnante di sostegno di un alunno Martedì, 14 Novembre 2017 18:07 Pubblicato in Cronaca

 

PIACENZA C'era anche un bambino autistico fra gli alunni della terza elementare della scuola Vittorino da Feltre di Piacenza che venivano sistematicamente presi di mira dalle due insegnanti arrestate dalla polizia municipale per maltrattamenti. Lo hanno spiegato in procura della Repubblica a Piacenza gli investigatori insieme al procuratore capo Salvatore Cappelleri e al sostituto Antonio Colonna che ha coordinato l'indagine. Gli inquirenti hanno raccontato come tutto sia nato meno di un mese fa dalla segnalazione dell'insegnante di sostegno dell'alunno autistico, che aveva notato i presunti maltrattamenti da parte delle due colleghe. Questo è bastato per far scattare l'indagine e le intercettazioni con le telecamere nascoste in classe. «Abbiamo documentato fatti significativi, con maltrattamenti sia fisici sia psicologici e morali nei confronti di alcuni bambini di 8 anni» spiegano in procura. Viene riferito, ad esempio, l'episodio di quando il bimbo disabile veniva deriso dalle maestre e umiliato perché non era in grado di leggere «e se si metteva a piangere gli veniva spinto in bocca con la forza un ciuccio da neonato per deriderlo ulteriormente davanti a tutti». Le due insegnanti, una piacentina di 45 anni e una 58enne originaria della provincia di Cosenza, sono ora agli arresti domiciliari dopo la convalida del loro arresto avvenuta davanti al gip.