Tragedia a Rende, il padre ha dato il colpo di grazia ai figli

Emergono ulteriori dettagli sulla strage avvenuta in una villetta alle porte di Cosenza. Salvatore Giordano ha ucciso la sua famiglia e poi si è suicidato. Ma il movente è ancora avvolto dal mistero Martedì, 13 Febbraio 2018 11:34 Pubblicato in Cronaca
Il luogo della tragedia e, nel riquadro, Salvatore Giordano Il luogo della tragedia e, nel riquadro, Salvatore Giordano

COSENZA Salvatore Giordano, l'uomo che ieri ha ucciso moglie e figli prima di suicidarsi, oltre ad averli colpiti con coltello e un'arma da fuoco, avrebbe anche inflitto il colpo di grazia ai figli sparandogli alla testa. È uno degli aspetti emersi dagli accertamenti compiuti sino a tarda notte dai carabinieri del Ris nella villetta di Rende, teatro della tragedia. Gli investigatori, intanto, hanno sentito alcuni parenti che abitano vicino alla villetta ma dalle loro dichiarazioni non sarebbe emerso nessun elemento utile alle indagini. L'uomo non aveva particolari problemi economici, si prendeva cura dei genitori, anziani e malati, e conduceva una vita regolare con la moglie. I figli erano ragazzi apparentemente normali: Cristiana lavorava in un call center e Giovanni era studente universitario e di tanto in tanto aiutava il padre nel negozio di famiglia. Circostanze che rendono al momento avvolto nel mistero il motivo del tragico gesto. Inquirenti ed investigatori faranno il punto della situazione in mattinata.