Ottobre con il Fai per prendersi cura dell’Italia

Il Fondo ambiente italiano scende in piazza con i suoi giovani volontari che proporranno 170 itinerari tematici da percorrere liberamente, coinvolgendo oltre 600 luoghi d’interesse artistico. Tra questi anche luoghi e personaggi dell’antica Cortale Mercoledì, 11 Ottobre 2017 12:08 Pubblicato in Cultura e spettacoli
Una veduta di Cortale Una veduta di Cortale

A ottobre torna “Ricordiamoci di salvare l’Italia”, la campagna nazionale di raccolta fondi del Fai (Fondo Ambiente Italiano). «Un mese – si legge in una nota – per prendersi cura di ciò che ci unisce, perché l’Italia è il nostro patrimonio comune. Ecco perché, eccezionalmente fino al 31 ottobre e su www.fondoambiente.it, sarà possibile iscriversi con una speciale quota per i nuovi iscritti di 29 euro anziché di 39. Per accogliere sempre più cittadini innamorati del nostro patrimonio e alla ricerca di occasioni per vivere un tempo libero di qualità, concentrato sulle sorprese che la cultura è in grado di riservare».
Durante la campagna, il Fai scende in piazza con i suoi giovani volontari per la Giornata Fai d’Autunno che si terrà domenica 15 ottobre in cui i protagonisti del futuro del Fai proporranno 170 itinerari tematici da percorrere liberamente, coinvolgendo oltre 600 luoghi d’interesse artistico, paesaggistico e sociale con visite a contributo libero per scoprire e vivere scenari familiari ma poco conosciuti con lo sguardo entusiasta dei giovani del Fai. Un appuntamento per “riconoscere” le proprie città attraverso percorsi originali e scoprirne luoghi del sapere, delle attività artigianali, della musica. 
Tra gli itinerari proposti, il gruppo Fai Giovani Catanzaro in collaborazione con la delegazione Fai Catanzaro, presenta “Luoghi e personaggi dell’antica Cortale”, un itinerario che prevede l'apertura di nove beni: i ruderi del monastero dei SS. Cosma e Damiano, edificato nell`anno 1070. Sarà un ingresso esclusivo, riservato ai soli iscritti Fai, in quanto i ruderi si trovano all'interno di un casale fortificato del XVIII sec. di proprietà privata visitabile solo dalle 10.00 alle 13.30. Si raggiungerà poi il borgo, che dista circa 5 km, per visitare la Chiesa di San Giovanni Battista, la Fontana delle tre cannelle e la Fontana delle cinque cannelle, la Chiesa di Santa Maria Cattolica e la Chiesa di Santa Maria Cattolica Maggiore. In Piazza Italia invece una statua in terracotta, simbolo dell'Italia unita, di Andrea Cefaly; a seguire, la Galleria Raimondo Cefaly, ubicata all'interno di Palazzo Cefaly, ancora oggi di proprietà degli eredi del pittore Andrea e il Palazzo Cefaly-De Rinaldis, in cui l'Ass. Centro Studi Memorandum, illustrerà il processo di produzione della seta di cui Cortale vanta un glorioso passato. E ancora, nel pomeriggio, le “Letture nel Borgo antico”, momento dedicato ai più piccoli a partire dalle 16.30 in Piazza Italia.
Per la Giornata Fai d’Autunno all’ingresso di ogni luogo verrà richiesto un contributo facoltativo, per sostenere la Fondazione. Durante la manifestazione chi si iscriverà per la prima volta al FAI avrà diritto a una quota agevolata, 29 euro invece di 39, e solo agli iscritti saranno dedicati ingressi ed eventi in esclusiva.
Ma si può contribuire alla campagna “Ricordiamoci di salvare l’Italia” anche in tre altri modi: inviando un sms solidale al numero 45517 del valore di 2 euro da ogni cellulare personale Wind Tre, Tim, Vodafone, Poste Mobile, Coop Voce e Tiscali; effettuando una chiamata allo stesso numero per donare 5 euro con una telefonata da rete fissa Vodafone, TWT, Convergenze e Poste Mobile, e 5 o 10 euro con una telefonata da rete fissa Tim, Wind Tre, Fastweb e Tiscali; partecipando alle iniziative delle aziende partner della campagna sul territorio nazionale.
«Iscriversi al Fai – si legge ancora nella nota – significa diventare protagonisti di un’Italia che si riscopre innamorata dell’immensa ricchezza offerta dalla sua storia e dalla sua cultura. Significa essere consapevoli che l’Italia è casa nostra oggi e lo sarà anche per le generazioni future. Significa investire sul futuro dell’Italia e volere un Paese migliore. Ma anche godere subito di tanti vantaggi offerti dalla tessera Fai, come quello di entrare gratuitamente nei beni della Fondazione e usufruire di più di 1500 sconti e convenzioni con musei, teatri, giardini, dimore storiche, concerti. Tutto in un’unica tessera, per vivere l’arte e la cultura risparmiando».