IN PRIMO PIANO | La Girifalco di Dara tra cielo e terra

Lo scrittore originario del Catanzarese, fresco di vittoria al Premio Stresa con “Appunti di meccanica celeste”, è ospite della rubrica di approfondimento in onda stasera alle 20 su L'Altro Corriere Tv Martedì, 14 Novembre 2017 13:09 Pubblicato in Cultura e spettacoli
Domenico Dara Domenico Dara

LAMEZIA TERME Anche a Girifalco, paesino dell'entroterra catanzarese, le esistenze si incrociano come fossero come corpi celesti, seguendo le leggi misteriose che governano gli astri. Alcune vite, però, sembrano essere state private dal destino anche delle piccole gioie terrene conosciute ai più. Dalle traiettore imprevedibili di queste vite nascono gli “Appunti di meccanica celeste” (Nutrimenti) di Domenico Dara, scrittore calabrese trapiantato in Lombardia fresco di vittoria al Premio Stresa di narrativa 2017. Un riconoscimento prestigioso, frutto di una doppia valutazione della giuria di qualità e del voto dei lettori, che ha permesso a Dara e alla sua Macondo tutta calabrese di farsi conoscere e apprezzare anche da chi è cresciuto sulle sponde del Lago Maggiore.
Lo scrittore è ospite di In Primo Piano, la rubrica di approfondimento de L'Altro Corriere Tv (in onda martedì sera alle 20 sul canale 211 del digitale terrestre e in diretta streaming su laltrocorriere.it), durante la quale svela anche il protagonista del suo prossimo libro, per il quale abbandonerà l'uso del dialetto che ha finora caratterizzato la sua scrittura.
Il secondo romanzo di Dara, che ha esordito con “Breve trattato sulle coincidenze” nel 2014, si sviluppa invece in una sorta di dialogo tra cielo e terra, tra la grandezza delle dinamiche che governano i corpi astrali e l'incertezza che incombe sul destino degli uomini. Il suo paese è come un telaio, delimitato dal cimitero e dal manicomio, su cui si intrecciano le sette storie di altrettanti personaggi le cui vite vengono stravolte da due eventi, l'arrivo del circo e un “miracolo” del santo patrono, che finiscono per rivoluzionare la geografia esistenziale di chi abita il piccolo universo di Girifalco. Un affresco corale di piccole vite governate da leggi sconosciute e, altrimenti, destinate a scomparire tra le pieghe della Storia.