Corriere della Calabria - Articoli filtrati per data: Mercoledì, 16 Aprile 2014
Giovedì, 17 Aprile 2014 01:01

EUROPEE | Liste e nomi circoscrizione Sud

Ecco tutti i candidati della Circoscrizione Sud:

Movimento Bunga Bunga

1) Di Nunzio Marco
2) Sierra Nunez Karina
3) Di Nunzio Monica
4) Alfano Luca

                                              ***

Movimento 5 stelle

1) Adinolfi Isabella
2) Aiuto Daniela
3) Alemagna Fabio
4) Angelini Paolo
5) Cammarano Michele
6) Casili Cristian
7) Casimiro Pasquale
8) Ciarambino Valeria
9) D’Amato Rosa
10) Embrice Luigia
11) Ferrara Laura
12) Ipri Maria
13) Laricchia Antonella
14) Pedicini Piernicola
15) Pomante Melania
16) Ronzino Alfredo
17) Viglione Vincenzo

                                                 ***

L’Altra Europa con Tspiras

1) Rea Ermanno
2) Spinelli Barbara
3) Silvana Arbia
4) Arminio Franco Mario detto “Il Paesologo”
5) Boccardi Costanza
6) Bonanni Anna-Lucia
7) Cataldo Gaetano detto “Gano”
8) Di Luca Antonio
9) Di Palma RIccardo detto “Dino”
10) Di Salvatore Enzo
11) Ferrara Raffaele detto “Lello”
12) Fiorenza Eleonora
13) Gattuso Domenico detto “Mimmo”
14) Masciopinto Teresa
15) Parrella Valeria
16) Perna Antonio Maria detto “Tonino”
17) Riccio Claudio

                                              ***
Io Cambio

1) Vannoni Davide
2) Riccelli Maria
3) Sandrin Maria Cristina
4) Di Placido Levino
5) Savoia Franco
6) D’Antuoni Agostino
7) Alessandri Angelo
8) Morganti Claudio
9) Faucera Roberta
10) Cremonesi Simona
11) Marchetto Simonetta
12) Cilidonio Antonio
13) Iotti Matteo
14) Tognoli Marco
15) Chiatroni Laura
16) Ricchiuti Pasquale
17) Noschese Giuseppe

                                                   ***
Italia dei Valori

1) Messina Ignazio
2) Di Nardo Aniello
3) Pisanello Luciano
4) Cantisani Maria Luisa
5) Spina Mchele
6) Caligiuri Giampiero
7) Casertano Sandro
8) Ciano Antonio
9) Di Giacomo Aldo
10) Di Pietro Angelo
11) Mariani Rinaldo
12) Marinelli Vita Maria
13) Natali Ivan
14) Russo Salvatore
15) Sacco Vincenzo Francesco
16) Schiazza Simonetta
17) Varrecchia Antonietta, detta Antonella

                                             ***
Lega Nord

1) Salvini Matteo
2) Attaguile Angelo
3) Coppola Antonio
4) Cristiano Marco
5) Vestuto Gianfranco
6) Pergamo Luigi
7) Cataldi Teresa Vittoria, detta Vittoria
8) De Francesco Ferdinando
9) Colangeo Paolo
10) Taini Claudia
11) Montanino Francesco
12) Anvar Susanna
13) Brambilla Enrica Giovanna
14) Callegari Michela
15) Oltolini Giovanna
16) Spinello Massimiliana
17) Villa Ilaria

                                                   ***
Partito democratico

1) Picierno Giuseppina detta Pina
2) Pittella Giovanni Saverio detto Gianni
3) Petrone Anna
4) Gentile Elena
5) Cozzolino Andrea
6) Arlacchi Giuseppe detto Pino
7) Paolucci Massimo
8) Pirillo Mario
9) Ferrandino Giuseppe detto Giosi
10) Serpillo Mario
11) Minerva Stefano
12) Capone Roberta
13) Saladino Maria
14) Maiolo Mario
15) Miranda Filomena detta Milena
16) Leserri Rosaria
17) Caputo Nicola

                                                ***
Parlamentare Indipendente

1) Roberti Lamberto

                                                ****
Forza Italia

1) Fitto Raffaele
2) Baldassarre Raffaele
3) Mastella Mario Clemente
4) Matera Barbara
5) Patriciello Aldo
6) Rivellini Crescenzio (detto Enzo)
7) Silvestris Sergio Paolo Francesco
8) Arena Domenico Giovanni
9) Capasso Simona
10) Cecchi Paone Alessandro
11) D’Andrea Jonni
12) De Benedetto Federica (detta Federica)
13) Ferraioli Marzia
14) Martusciello Fulvio
15) Mercuri Santo Raffaele
16) Savastano Iris
17) Tripodi Maria

                                          ***

Green Italia Verdi Europei

1) Fornaro Vincenzo
2) Bonelli Angelo
3) Sansone Maria Anna
4) Romano Giusy Elisa
5) Brindisi Gaetano
6) Cuconato Francesco
7) De Bartholomaeis Bemedetta Cecilia detta Cecilia
8) Della Seta Roberto
9) Esposito Antonella
10) Esposito Luigi detto Gigi
11) Lomelo Domenico detto Mimmo
12) Mazzotti Francesca
13) Millich Enzo
14) Palladino Elena Giovanna
15) Pulita Nabil
16) Ruocco Roberto
17) Granata Benedetto detto Fabio

                                                        ***
Scelta Europea

1) Tabacci Bruno
2) Schipani Stefania
3) Barile Sergio
4) Benedetto Nicola
5) Arrighi Maria Rosaria
6) Castellano Rosella
7) Cirillo Gennaro
8) Formicola Manuela
9) Frullini Annarita
10) Funaro Pietro
11) Picardi Raffaele
12) Prodromo Raffaele
13) Pierangeli Enrico
14) Sallustio Antonia
15) Stellato Massimiliano
16) Toto Daniele
17) Turdò Antonio

                                                       ***
Lista Fratelli d’Italia

1) Meloni Giorgia
2) Alemanno Giovanni
3) Belmonte Luca Antonio
4) Bottaro Maria Adele
5) De Angelis Fausto
6) Gallo Giuseppe
7) Iannone Antonio
8) Maietta Giovanna
9) Mirarchi Giovanni
10) Pagano Vincenzo
11) Pizzuto Mariolina
12) Pilolli Domenico Giovanni (detto Giandomenico)
13) Rispoli Luigi
14) Russo Elisa
15) Tavani Antonio
16) Venezia Pietro
17) Zeoli Domenico

                                                    ***
Lista Nuovo Centrodestra-Udc

1) Lorenzo Cesa
2) Massimo Cassani
3) Giuseppe Gargani
4) Gino Trematerra
5) Angelo Cera
6) Filippo Piccone
7) Giuseppe Scopelliti
8) Paolo Romano
9) Gerardo Brusco
10) Andrea Caroppo
11) Pasquale D`Acunzi
12) Vincenzo Di Pierro
13) Massimo Ferrarese
14) Luigi Meuca
15) Denis Domenico Nisci
16) Tommaso Scotto di Minico
17) Loredana Strianese

                                                      ***
PARTITO COMUNISTA

1) Marco Rizzo
2) Francesco Specchio
3) Monica Perugini
4) Alessandro Zingone
5) Giovannina Bastone
6) Palmo Antonino Mosaico
7) Pasquale Costantino Levote
8) Pietro Fanelli
9) Antonio Felice
10) Orfeo Angeloni
11) Aldo Bernardini
12) Massimo Recchioni
13) Roberta Tagliavini
14) Ivana Fiondi
15) Ingrid Sattel
16) Maria Cristina Giustiniani
17) Alessandro Mustillo

Giovedì, 17 Aprile 2014 00:34

EUROPEE | Tutte le candidature calabresi

CATANZARO Con l’ufficializzazione delle candidature, entra nel vivo la competizione elettorale per eleggere i nuovi componenti del Parlamento europeo. Una competizione che si svolgerà in Italia il prossimo 25 maggio e che dovrà eleggere 73 eurodeputati. Le liste presentate alla corte d’Appello di Napoli, competente per la circoscrizione dell’Italia Meridionale, complessivamente sono 14. Tra i candidati a ricoprire un ruolo in Europa figurano molti uscenti anche se la principale novità è rappresentata dall’investitura del governatore Scopelliti che figura al settimo posto del listone unico centrista del Nuovo centrodestra-Udc.

I CANDIDATI CALABRESI
Entrando nel dettaglio delle candidature calabresi dei vari partiti presenti in questa competizione elettorale, spiccano le riconferme – in  quota Pd  – di Mario Pirillo e Pino Arlacchi. Il primo già eletto tra le fila dei democrat nel 2009 e ora collocato al ottavo posto, mentre il secondo era stato scelto nella lista di Italia dei valori. Arlacchi ha ottenuto il sesto posto. Nuovo, invece, il terzo candidato: il consigliere regionale e presidente di Legautonomie, Mario Maiolo quattordicesimo della pattuglia. Il Partito democratico, seguendo la scelta voluta direttamente da Matteo Renzi, ha candidato come capolista una donna: la parlamentare casertana Pina Picierno.
Per quanto attiene Forza Italia la lista capeggiata dall’ex governatore della Puglia, Raffale Fitto, vede tre candidature calabresi: il coordinatore provinciale di Vibo, Mimmo Arena collocato all’ottavo posto; il dermatologo del San Raffaele Santo Mercuri (quindicesimo nella lista) e Maria Tripodi che chiude la lista.
C’è poca Calabria, invece, nelle fila del Movimento 5 stelle. Se si esclude Laura Ferrara – la trentenne avvocatessa di Cosenza, collocata all’undicesimo posto – nella pattuglia grillina non figura nessun altro nome.
Italia dei valori, invece, schiera nella lista Italia Meridionale tre calabresi: Giampiero Caligiuri, Salvatore Russo e Vincenzo Francesco Sacco.
Due i candidati calabresi della Lista Tsipras ed entrambi reggini e docenti universitari: Domenico Gattuso e Tonino Perna. Il primo – collocato al tredicesimo posto –  ordinario di Trasporti all’Università Mediterranea di Reggio Calabria, il secondo professore di Economia e Sociologia presso l’Università degli studi di Messina e inserito al penultimo posto.
Correrà invece per la Lega Nord l’unico calabrese presente nella lista del Carroccio. Si tratta di Marco Cristiano di Sambiase.
E ancora per quanto attiene la lista Fratelli d`Italia Alleanza Nazionale sono presenti ben quattro calabresi: Luca Belmonte di Cosenza, Maria Adele Bottaro di Crotone, Fausto De Angelis di Vibo Valentia e Giovanni Mirarchi di Catanzaro. (0090)

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello Nel Pd oltre agli uscenti Pirillo e Arlacchi compare Maiolo. Nel Movimento 5 stelle solo la trentenne cosentina Ferrara. Tra i forzisti Arena, Mercuri e Tripodi

In extremis, alla scadenza fissata per le 20 anche il Nuovo centrodestra-Udc ha consegnato la propria lista di candidati alle Europee, circoscrizione Italia Meridionale. La guida il segretario dell`Udc Lorenzo Cesa. Seguono Massimo Cassano, Giuseppe Gargani, Gino Trematerra, Angelo Cera. Tra gli altri candidati figurano il governatore della Calabria, Peppe Scopelliti e il presidente del consiglio regionale della Campania, Paolo Romano. Non figurano in lista né Gaetano Quagliariello, né Erminia Mazzoni: due nomi dati per sicuro alla vigilia.
Questa, comunque, la lista completadi Ncd-Udc per la circoscrizione Italia meridionale:
1) Lorenzo Cesa
2) Massimo Cassani
3) Giuseppe Gargani
4) Gino Trematerra
5) Angelo Cera
6) Filippo Piccone
7) Giuseppe Scopelliti
8) Paolo Romano
9) Gerardo Brusco
10) Andrea Caroppo
11) Pasquale D`Acunzi
12) Vincenzo Di Pierro
13) Massimo Ferrarese
14) Luigi Meuca
15) Denis Domenico Nisci
16) Tommaso Scotto di Minico
17) Loredana Strianese

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello Prima di lui ci sono, tra gli altri, gli uscenti Gargani e Trematerra e il deputato centrista Cera

I fratelli Francesco e Massimo Falsetta si sono difesi questo pomeriggio rispondendo alle domande del gip Abigail Mellace. I due imprenditori catanzaresi, difesi dall`avvocato Enzo Ioppoli, si trovano agli arresti domiciliari da lunedì poiché  accusati di sfruttamento della prostituzione. Ha, invece, preferito avvalersi della facoltà di non rispondere l`altro indagato, sottoposto all`obbligo di dimora, Salvatore Politelli, assistito dall`avvocato Alessandro Guerriero. L`inchiesta condotta dalla squadra mobile di Catanzaro e coordinata dal pm Saverio Vertuccio ha portato anche al sequestro dei B&B “Da Salvatore” (ritenuto dagli inquirenti come una vera a propria “casa d’appuntamenti” conosciuta nell’intera regione Calabria) e “Al Centro”, del “Guest House relax” a Germaneto, e di un appartamento in via Filanda. (0080)

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello Interrogatorio di garanzia per i due imprenditori catanzaresi. Si è avvalso della facoltà di non rispondere l`altro indagato Salvatore Politelli
Mercoledì, 16 Aprile 2014 21:48

Quattro ergastoli per i boss del Cosentino

COSENZA Quattro ergastoli per i boss storici e due condanne per i pentiti. È finito così il primo grado del processo nato dall`inchiesta della Dda di Catanzaro “Terminator 3”, che ha ricostruito gli omicidi di Primiano Chiarello (avvenuto a Cassano Jonio l`8 giugno 1999), uomo ritenuto vicino al clan Bruni, dei boss cosentini Francesco Bruni senior, detto “Bella Bella” (giustiziato a Cosenza il 29 luglio 1999) e Antonio Sena (ammazzato a Castrolibero il 12 maggio 2000). Un anno di sangue nel Cosentino che ha portato al massimo della pena per Franco Abbruzzese, boss di Cassano Jonio, e Nicola Acri, capo della mala rossanese, ritenuti responsabili del delitto Chiarello; Ettore Lanzino, considerato il mandante dell`azione armata contro “Bella Bella” e Franco Presta, sotto processo per il delitto Sena. Sono stati condannati rispettivamente a 14 e 12 anni i collaboratori di giustizia Vincenzo De Dato e Francesco Bevilacqua.??
L`accusa aveva chiesto l`ergastolo per Franco Presta anche in riferimento all`assassinio di Francesco Bruni. Ma il boss di Altomonte era finito a processo come mandante, mentre il pm ha chiesto la sua condanna come esecutore materiale. Il collegio giudicante, dato che non c`era corrispondenza tra capo d`imputazione e richiesta, ha deciso di stralciare la posizione di Presta, per il quale probabilmente si andrà a un nuovo processo. (0020)

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello "Terminator 3", il massimo della pena per Lanzino, Presta, Abbruzzese e Acri. Condannati a 14 e 12 anni i pentiti De Dato e Bevilacqua

RENDE A Rende Marcello Manna è in campagna elettorale. Ha lanciato un progetto civico, che ha subito ottenuto entusiastiche adesioni all`interno di Forza Italia. I partiti (o, meglio, il partito), però, resta – almeno in questa fase – nelle retrovie. L`avvocato sottolinea a ogni uscita pubblica che si rivolge alla società civile per «un progetto volto al bene comune ed alla buona amministrazione». «Il progetto che proponiamo – dice – è ambizioso: riuscire a fare la buona politica con una casa comunale trasparente e vicina ai bisogni e alle necessità dei cittadini. C`è da ri-costruire un nuovo modello di rapporto tra cittadino e amministratore». L`ispirazione del candidato è, dunque, molto lontana dai partiti. E mira a pescare nel bacino di chi, deluso da qualche performance opaca negli ultimi anni (quelle cristallizzate nella relazione della Commissione d`accesso antimafia, sotto il profilo amministrativo, e quelle politiche della giunta Cavalcanti, naufragata nonostante il consenso elettorale quasi bulgaro), faticherebbe a ridare fiducia alla politica intesa in senso stretto. In questo senso, l`area che sostiene Manna e quella guidata da Mimmo Talarico puntano allo stesso bacino elettorale. E, in parte, alle stesse esigenze dell`elettorato (il rilancio del centro storico e delle contrade periferiche, tanto per ricordare una battaglia buona per ogni “campagna”). “Cambia Rende” (questo il nome della coalizione che sosteneva Mario Toteda, candidato del consigliere regionale ex Idv) ha, però, un problema in più: dopo aver perso (con tanto di giallo sulla defezione) il proprio candidato, non ne ha ancora trovato uno nuovo. Toteda si è fatto da parte per evitare «divisioni tra le famiglie» e tra aree politiche che – per dirla con le parole di Sandro Principe al Quotidiano della Calabria – «hanno fatto un percorso insieme». Ma il suo dietrofront ha ricordato a molti il “gran rifiuto” di Mimmo Barile nel 2006: avrebbe dovuto candidarsi per il centrodestra, poi disse di no e la sua coalizione portò a casa un risultato modesto. Risultato che – secondo molte analisi – “aiutò” Umberto Bernaudo (che era il candidato “ufficiale” del Pd, contro Mimmo Talarico) a superare il 50% al primo turno. E adesso? Adesso i rumors sul sostituto di Toteda spaziano da Massimiliano De Rose a una discesa in campo (ritenuta, però, meno probabile) dello stesso Mimmo Talarico.
Non sta molto meglio il Pd: ha scelto Pasquale Verre, medico, come candidato a sindaco, ma rischia di vedere un`erosione di consensi. Un po` perché l`area Talarico fa riferimento al centrosinistra, un po` perché le fibrillazioni interne dei democrat – i cuperliani protestano per il mancato coinvolgimento nella scelta del candidato – non fanno mai dormire sonni tranquilli. Neppure a Rende, dove i candidati non si scelgono ancora con le primarie. Il punto è che anche il Pd, nel suo percorso di avvicinamento al voto, sembra voler tenere la politica dei partiti in secondo piano, puntando sulla società civile, la categoria più invocata Oltrecampagnano. La scelta finale dei principiani, infatti, era tra due docenti universitari e un medico (Verre, appunto). Di “politica pura” non c`è neppure l`ombra – e lo stesso Principe ha chiarito, nella stessa intervista, che non si candiderà.
Inutile dire che punta sulla società civile pure il Movimento Cinque Stelle, che ha da qualche settimana in Domenico Miceli il suo candidato ufficiale e ha scelto, per il momento, toni soft. Così come L`Italia del Meridione, il movimento legato alle posizioni del presidente del consiglio provinciale di Cosenza, Orlandino Greco, che ha scelto in Luca Pizzini – che arriva dal centrosinistra pure lui – l`uomo per tentare la scalata al Palazzo. Sempre puntando sul sostegno della società civile. (0020)

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello Tutti gli schieramenti puntano sulla società civile. E i partiti restano nelle retrovie. L`addio di Toteda e il precedente di Mimmo Barile nel 2006

Nuovo avviso di garanzia per l`assessore regionale al Personale Domenico Tallini. L`ipotesi formulata dal sostituto procuratore Gerardo Dominijanni è di abuso d`ufficio. L`inchiesta si basa su una delibera di giunta con cui è stato autorizzato il trattenimento in servizio di due dirigenti regionali esterni all`amministrazione. A renderlo noto è stato lo stesso Tallini che ha commentato: «Rispetto il lavoro dei magistrati e rimango a disposizione per qualsiasi chiarimento in ordine alla mia condotta nella qualità di assessore al Personale sull`iter della pratica, convinto di aver sempre agito con correttezza e linearità nell`esclusivo interesse della Regione Calabria».
Secondo quanto si è appreso, a fare scattare l`indagine sarebbe stato un esposto presentato da un`organizzazione sindacale. In particolare, l`attenzione della Procura si sarebbe concentrata su due dirigenti esterni che avevano siglato un contratto di 12 mesi di durata. Alla scadenza gli stessi avevano chiesto la proroga dei contratti, perché assunti in violazione del termine non minore di tre anni fissato dalle norme in materia. A quel punto la giunta e il dipartimento al Personale, sulla base di un parere del Comitato giuridico, al fine di evitare contenziosi, avevano deciso la proroga per altri due anni dei contratti. Per il sindacato che ha presentato l`esposto, però, quei contratti non potevano essere prorogati perché erano da considerarsi nulli, poiché «la violazione delle prescrizioni contemplate dalla normativa statale (ossia il vincolo minimo dei tre anni, ndr) determina la nullità del provvedimento di conferimento di incarico e, di conseguenza, del contratto individuale di lavoro a cui esso accede». Una vicenda complessa su cui la Procura della Repubblica lavora già da tempo. Nei mesi scorsi la polizia giudiziaria si era recata a Palazzo Alemanni e nella sede del dipartimento Personale per acquisire l`intera documentazione sulla proroga dei due contratti. (0080)

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello Notificato un avviso di garanzia all`assessore regionale, il pm Dominijanni ipotizza l`abuso d`ufficio

Sequestro di persona, lesioni personali aggravate e minacce: con queste accuse i carabinieri di Cosenza hanno tratto in arresto C. P., 52 anni, rumeno, in esecuzione di un`ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Cosenza, Francesco Luigi Branda. Vittima della brutale violenza dell`uomo era la sua ex compagna, anche lei rumena. È stata proprio la donna a far partire le indagini. Dopo l`ennesima aggressione subita, la cittadina straniera nel marzo scorso si è rivolta ai carabinieri per raccontare l’accaduto. Accompagnata al pronto soccorso dell`ospedale cittadino, i medici le hanno riscontrato un trauma cranico e diversi lividi sugli arti superiori. Nel corso della denuncia, la donna ha raccontato delle numerose e continue  violenze che è stata costretta a subire dal convivente sin dal 2010, anche con l’uso di coltelli e bastoni. L’uomo negli ultimi tempi, per timore che la donna potesse denunciarlo, la segregava in casa chiudendo la porta e  tenendo con sé la chiave. La donna dopo una ennesima lite violenta, approfittando di un momento di distrazione del compagno, è riuscita a scappare e a raggiungere la caserma dell`Arma. Le indagini sono state coordinate dal sostituto procuratore della Repubblica di Cosenza, Salvatore Di Maio, e dal procuratore capo, Dario Granieri. (0080)

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello Negli ultimi tempi l`uomo, per timore che la donna potesse denunciarlo, la segregava in casa
Mercoledì, 16 Aprile 2014 20:06

Aids, la Calabria regione con meno casi

ROMA Nella “mappa regionale” dei record della salute, il primato della longevità è conquistato dalle province autonome di Trento e Bolzano e dalle Marche, mentre si vive di meno in Campania, dove i valori della speranza di vita sono tra i più bassi. Questo l`“Atlante della salute” in Italia, secondo i dati del rapporto Osservasalute 2013, con la migliore e peggiore performance Regione per Regione. La Calabria, in questa particolare mappatura, risulta essere la regione dello Stivale con la minore incidenza di Hiv, ma dove si eseguono meno trapianti.

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello Nel rapporto nazionale Osservasalute 2013 anche la maglia nera dei trapianti effettuati
Mercoledì, 16 Aprile 2014 19:15

Incidente mortale sulla “Silana-Crotonese”

COSENZA È una donna di Crotone, Elisabetta Tisci, di 45 anni, la persona deceduta nello scontro tra due auto avvenuto oggi pomeriggio lungo la statale 107 Silana Crotonese, nei pressi dello svincolo di San Pietro in Guarano. La donna era alla guida di una Fiat Punto che, per cause in corso di accertamento, si è scontrata con una Bmw X3 condotta da un uomo che non ha riportato ferite ma è sotto choc. Altre due persone sono rimaste ferite nell`impatto. Sul luogo dell`incidente è intervenuto il personale Anas per la gestione della viabilità e la Polizia stradale per gli accertamenti della dinamica e per ripristinare in tempi brevi la regolare circolazione.

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello Impatto fatale per Elisabetta Tisci, 45 anni, di Crotone. Lo scontro è avvenuto all`altezza di San Pietro in Guarano
Pagina 1 di 3