Accesso antimafia al Comune di Canolo

Il prefetto Michele di Bari ha avviato le procedure per verificare infiltrazioni o condizionamenti di tipo mafioso

Giovedì, 13 Ottobre 2016 10:53 Pubblicato in Cronaca

REGGIO CALABRIA Il prefetto di Reggio Calabria, Michele di Bari, ha disposto un accesso ispettivo antimafia al Comune di Canolo al fine di verificare forme di infiltrazione o di condizionamento di tipo mafioso. La Commissione d'indagine, insediatasi oggi, è composta dal viceprefetto aggiunto Eugenia Salvo, dal funzionario amministrativo Eugenio Barillà e dal funzionario economico finanziario Pietro Maldonato, tutti in servizio nella prefettura di Reggio Calabria. «L'accesso ispettivo - sottolinea una nota della stessa prefettura - dovrà essere perfezionato entro tre mesi, prorogabili di ulteriori tre qualora necessario».