Informazioni aggiuntive

  • Occhiello Sono diverse le circostanze inquietanti riportate nelle informative che hanno indotto la Prefettura a commissariare tre centri di accoglienza. Dalle parentele sospette di alcuni operatori ai rapporti opachi che condurrebbero alle cosche del Reggino

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello Sigilli ai beni di Claudio Scardamaglia, ritenuto contiguo alla cosca Iannazzo e già arrestato nel maggio del 2015 nell'operazione “Andromeda”. Sarebbe responsabile di estorsione aggravata dal metodo mafioso

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello Ecco i dettagli dell'interdittiva antimafia in base a cui il prefetto di Vibo ha commissariato tre centri di accoglienza. Nel mirino una cooperativa che avrebbe cercato di spacciare come mera fornitura un subappalto a un'azienda. Che sarebbe collegata ai clan della provincia di Reggio

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello Il provvedimento senza precedenti del prefetto Guido Longo arriva in seguito all'emissione di un'interdittiva nei confronti di due cooperative che si occupano di migranti a Briatico. Alcune società in odore di mafia avrebbero monopolizzato le forniture

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello Il 25 ottobre sarà il quinto anniversario dell'omicidio di Filippo Ceravolo, innocente ucciso per errore a 19 anni dai pallettoni della 'ndrangheta. A Soriano, nelle Preserre vibonesi, i suoi familiari continuano a chiedere giustizia – IL FOTOREPORTAGE

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello Il Tribunale di Catanzaro emette anche tre assoluzioni e dispone la confisca dei beni che erano stati sequestrati ai principali imputati. Regge l'impianto accusatorio dell'inchiesta sulle ingerenze delle cosche nelle vicende del porto di Badolato

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello Secondo la Cassazione il noto costruttore romano non sarebbe colluso con le cosche del Tirreno cosentino, di cui invece sarebbe vittima. Stesso provvedimento anche per Massimo Longo. I due sono coinvolti nel procedimento “5 lustri-Frontiera”

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello di Nuccio Azzarà*
Mercoledì, 04 Ottobre 2017 18:40

“Aemilia”, spunta un nuovo pentito

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello Uno degli imputati del processo sulle 'ndrine in Emilia Romagna, Salvatore Muto, ha deciso di collaborare con la giustizia ed è stato trasferito in una località segreta. Era ritenuto uno dei punti di riferimento della cosca reggiana riconducibile ai Grande Aracri

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello La decisione del Tribunale del Riesame di Reggio Calabria arriva dopo il rinvio della Corte di Cassazione. Accolto invece il ricorso della difesa dell'ex parlamentare in relazione all'ipotesi di reato di estorsione ai danni di un imprenditore
Pagina 1 di 62