Le opere di Rodera Martìnez al DiffèrArt

Il museo di Rende dedica una selezione di 11 dipinti e una video-istallazione dell’artista spagnola. L’iniziativa sabato 22 a Rende Giovedì, 20 Aprile 2017 14:00 Pubblicato in Cultura e spettacoli
La locandina dell'evento La locandina dell'evento

RENDE DiffèrArt presenta la mostra “Caverne”. La selezione di 11 dipinti e una video-installazione dell’artista spagnola Paloma Rodera Martìnez – a cura di Sandra Leone – sarà presentata a Rende  sabato 22 aprile 2017 con inizio alle ore 18,30. 
Una mostra è una finestra aperta sul mondo che l’artista vuole mostrarci. Con questa premessa si apre un percorso "archeologico" sull'arte di Paloma Rodera Martìnez, che ha inizio una settimana prima dell’apertura, con la realizzazione dal vivo, all'interno del Museo all’Aperto di Cosenza, di un’opera, documentata da una ripresa video.

LA MOSTRA Caverne si propone come una maxi-installazione alla scoperta della visione intima dell’artista, partendo dal concetto del Mito della Caverna di Platone. Attraverso un percorso espositivo ricco e articolato, si invita lo spettatore ad una riflessione sinestetica sul mondo, in cui luci e ombre diventano semplici proiezioni prodotte dalla sovrapposizione di arte e vita.

IL PROFILO DELL’ARTISTA Artista multidisciplinare, Paloma Rodera Martìnez ha conseguito un dottorato in Microsociologia Teatrale nell’Università Complutense spagnola ed ha un Master in Teatro e Arti Sceniche nell’Istituto di Teatro di Madrid ed è laureata in Belle Arti. Attualmente sta terminando una seconda laurea in Filosofia.
Le sue opere sono state esposte in Spagna, Argentina, Italia e Stati Uniti d’America; e fanno parte di alcune collezioni permanenti in diversi musei e spazi espositivi d’arte contemporanea. Come artista si è cimentata in differenti discipline. Il tema principale della sua opera ruota attorno la comunicazione interpersonale e una profonda riflessione sull’arte in relazione alla società contemporanea. Paloma è stata membro di collettive artistiche impegnate in realtà differenti come la rivendicazione del ruolo delle donne nella storia dell’arte e lo spazio come concetto di ricerca della creatività artistica.
Lavora come consulente e critica d’arte, collabora con varie testate specializzate. Ha pubblicato saggi ed articoli in ambito accademico e professionale. Impartisce, in Spagna e all’estero, conferenze sullo spazio urbano relazionato all’arte contemporanea, inoltre sostiene seminari e corsi nelle università spagnole.