Corriere della Calabria - Articoli filtrati per data: Domenica, 02 Aprile 2017
Domenica, 02 Aprile 2017 22:17

Weekend di sangue sulle strade calabresi

SAN NICOLA ARCELLA È di un morto e tre feriti il bilancio di un incidente stradale che ha coinvolto tre vetture, la notte scorsa, nei pressi di San Nicola Arcella nel Cosentino. Il tragico incidente è avvenuto sulla strada statale 18 tirrenica. La vittima è Domenico Limongi, 52 anni, originario di Lauria (Pz), morto mentre veniva trasportato nell'ospedale di Cetraro. Un'altra persona, di origine romena, versa in gravi condizioni ed è stata portata nell'ospedale di Cosenza. Lievemente feriti due giovani campani. Sulla dinamica dell'incidente indagano i carabinieri di Scalea.

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello

    Tragico incidente a San Nicola Arcella. Il bilancio è di un morto e tre feriti, tra i quali una donna rumena che versa in gravi condizioni

COSENZA «Il segretario provinciale renziano di Cosenza si sta contraddistinguendo come un pretoriano in questa campagna congressuale del Partito democratico». Lo afferma in una nota l'ex consigliere comunale di Cosenza Giuseppe Mazzuca. «Invece dovrebbe andare a lezione di matematica - aggiunge - soprattutto da quando, anche in maniera abusiva, scrive comunicati stampa a firma e all’insaputa della commissione provinciale per il congresso. Il dato della città di Cosenza, riportato nell’ultimo sedicente comunicato stampa di Guglielmelli, è errato e dimostra l’incapacità del segretario provinciale di fare una semplice addizione. I numeri sono chiari. I circoli I, II, III, IV e quello Tematico danno la vittoria alla mozione Andrea Orlando.  Ricordo a tutti che il circolo Tematico nell’ultima competizione elettorale, a tre giorni dalla scadenza della presentazione delle liste, è stato in grado di mettere in campo la lista della Grande Cosenza. È un momento in cui serve lucidità. Soprattutto da parte di un segretario provinciale del Pd».

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello

    L'ex consigliere comunale: «Il segretario provinciale renziano di Cosenza si sta contraddistinguendo come un pretoriano in questa campagna congressuale del Partito democratico»

  • Articoli Correlati

    - Convenzione Pd, a Cosenza Orlando batte Renzi

LAMEZIA TERME Il testimone di giustizia di Lamezia Terme, Rocco Mangiardi, da circa due ore è bloccato all'aeroporto di Treviso-Venezia perché rimasto senza tutela. A riferirlo, all'Ansa, è stato lo stesso Mangiardi. Mangiardi, oggi pomeriggio, dopo essere stato accompagnato in aeroporto dalla scorta fino all'imbarco, è partito in aereo da Lamezia Terme per il Veneto dove è prevista una sua partecipazione in varie scuole di Mirano ad incontri organizzati dall'associazione Libera che si terranno nei prossimi giorni. Giunto all'aeroporto di Treviso, però, ad attenderlo non c'era la tutela così come previsto. Da qui vari contatti telefonici con la Digos di Lamezia Terme, che «non sa ufficialmente cosa è successo», e con la questura di Venezia che, stando a quanto riferito da Mangiardi, non sarebbe stata informata del suo arrivo.

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello

    Rocco Mangiardi fermo a Treviso. È diretto in Veneto per partecipare dove è prevista una sua partecipazione in varie scuole di Mirano ad incontri organizzati dall'associazione Libera che si terranno nei prossimi giorni

REGGIO CALABRIA Una studentessa universitaria di 25 anni si è tolta la vita a Reggio Calabria lanciandosi dal quinto piano di un'abitazione. La giovane, secondo quanto si è appreso, è imparentata con un esponente di primo piano di una delle cosche di 'ndrangheta della città. Sono intervenuti i carabinieri che hanno avviato accertamenti. Alle origini del gesto ci sarebbero incomprensioni di natura familiare. 

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello

    Tragedia a Reggio Calabria. La 25enne sarebbe imparentata con un esponente di primo piano di una delle cosche di 'ndrangheta della città

CATANZARO «La mancata pubblicazione da parte del Dipartimento regionale Tutela della Salute del decreto 50 emanato il 14 marzo scorso dal commissario alla Sanità Massimo Scura, è una ulteriore dimostrazione che la politica sta giocando una partita che ha interessi ben diversi da quelli che riguardano la salute dei calabresi». Lo afferma, in una nota, il consigliere regionale del Gruppo Misto Wanda Ferro. «Il lungo e ormai fastidioso braccio di ferro tra il governatore Oliverio e il commissario Scura - aggiunge - non può giustificare la decisione di ostacolare le quasi 600 assunzioni a tempo indeterminato previste dal decreto, che consentirebbero di dare una vitale boccata di ossigeno alle aziende ospedaliere e sanitarie calabresi ormai al limite del collasso per la mancanza di personale, così come ai tanti professionisti che ormai da tempo aspettano l'assunzione o la stabilizzazione. Inoltre l'assunzione di personale consentirà di attivare nuovi servizi previsti dal Dca 64/16 e quindi di migliorare i Lea, condizione fondamentale per uscire dal Piano di rientro e quindi dal commissariamento. La Regione deve fare tutto quanto è in suo potere per dare risposte adeguate alla domanda di salute dei calabresi, senza fare pagare ai cittadini il prezzo di battaglie politiche che nulla hanno a che vedere con i loro reali bisogni».

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello

    Il consigliere regionale del Gruppo Misto: «Il lungo e ormai fastidioso braccio di ferro tra il governatore Oliverio e il commissario Scura non può giustificare la decisione di ostacolare le quasi 600 assunzioni a tempo indeterminato previste dal decreto»

Domenica, 02 Aprile 2017 18:59

MS5: «Guideremo Regione e Comuni»

CATANZARO «Il Movimento 5 stelle si candida alla guida delle amministrazioni comunali calabresi e della Regione, con contenuti, proposte, coraggio e autonomia». È la sintesi fatta dai deputati Dalila Nesci e Paolo Parentela - è scritto in un comunicato - a conclusione della prima giornata di approfondimento 5 Stelle svoltasi oggi a Catanzaro. Nesci e Parentela, assieme ai consiglieri comunali M5s Renato Bruno, Manlio Caligiuri, Domenico Miceli, Francesco Sapia e Davide Tavernise «hanno affrontato - è scritto nel comunicato - assieme agli esperti Giuseppe D'Ippolito, Tullio Laino, Francesca Menichino, Emiliano Morrone, Giacinto Nanci e Gianluigi Scaffidi, i temi della gestione degli enti locali, della comunicazione politica e del Piano di rientro dal disavanzo sanitario regionale, davanti a un centinaio di attivisti e simpatizzanti pentastellati». «Da tempo - sostengono i due parlamentari - il Movimento 5 stelle calabrese è uscito dalla dimensione virtuale per ascoltare bisogni, istanze e progetti dalla società civile. Abbiamo tenuto una giornata di studio al fine di condividere saperi teorici e pratici per la concreta attivita' sul territorio calabrese. È un esperimento riuscito, che presto ripeteremo insieme ai portavoce parlamentari Federica Dieni, Laura Ferrara e Nicola Morra, ad altri esperti e ai consiglieri comunali di Crotone, Ilario Sorgiovanni e Andrea Correggia».
«Dalle 10,15 del mattino sino alle ore 18 - è scritto ancora nel comunicato - i 5stelle hanno parlato di come si gestisce la cosa pubblica e di come si comunica l'attività politica, con particolare riguardo per la sanità regionale. La deputata Nesci ha infine illustrato una sua proposta di legge nazionale, già presentata alla Camera, su Piano di rientro e commissariamento sanitario, che prevede la restituzione, dallo Stato alla Calabria, di mezzo milione di euro per la sanità e nuove regole per il commissariamento governativo in materia sanitaria».

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello

    È la sintesi dei deputati Dalila Nesci e Paolo Parentela a conclusione della prima giornata di approfondimento 5 Stelle svoltasi a Catanzaro

CATANZARO Catanzaro batte Catania 2-1, punti vitali per i calabresi in chiave salvezza. Continua la crisi rossoazzurra. Quattro minuti di recupero. Al 79′ ingenuità difensiva di Gil Drausio che, poi, in qualche modo ci mette una pezza.78′ Catanzaro insidioso, cross sul secondo palo e qualche brivido per la difesa del Catania.77′ Pulvirenti si gioca la carta Tavares: fuori Pozzebon, evanescente. Al 76′ Di Grazia vivacizza un pò il reparto offensivo. Il Catania ci mette cuore, ma serve qualcosa di più. Al 72′ destraccio di Pasqualoni dalla lunga distanza. Il Catanzaro, poi, inserisce Carcione al posto di Van Ransbeeck.71′ Insiste il Catania che attacca a testa bassa. Le Aquile restano in corsa per la salvezza diretta.
Finisce senza reti Cosenza-Lecce, una partita avvincente nei primi 45’ minuti, accorta e con pochissimi acuti nel secondo tempo. Alla fine il punto fa più comodo al Cosenza, che approfitta dei risultati favorevoli in zona play-off per salire al 7’ posto in classifica (a braccetto della Casertana), molto meno al Lecce che con questo pareggio, forse, abdica definitivamente la sua rincorsa al primo posto lontano adesso 7 punti, dopo la gara della capolista Foggia contro la Paganese.
La Vibonese fa e disfa contro il Monopoli, con le due squadre che si dividono la posta pareggiando per 2-2. Calabresi in vantaggio in avvio di gara grazie al calcio di rigore concesso per fallo di Ferrara su Yabrè e realizzato da Saraniti. Ospiti poco incisivi fino a inizio ripresa, con i padroni di casa che per due volte sfiorano il raddoppio con Sowe.

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello

    Finisce 2-1 la sfida con gli etnei. Le Aquile restano in corsa per la salvezza diretta. Finisce senza reti Cosenza-Lecce. La Vibonese pareggia con il Monopoli

Domenica, 02 Aprile 2017 17:23

SERIE A | Il Crotone torna a sperare

CROTONE Il Crotone passa 2-1 al Bentegodi e ricomincia a sperare. Calabresi a -5 dall'Empoli e con il vantaggio negli scontri diretti. Prova sotto tono, invece, per il Chievo. Pronti via ed i gialloblu vanno vicini al gol con Inglese, che costinge Cordaz alla respinta con i piedi. Poco dopo è Pellissier a colpire di testa da ottima posizione, ma il portiere del Crotone si ripete. I calabresi si scuotono al 13', quando Falcinelli prova ad anticipare Seculin dopo un pasticcio difensivo avversario, mancando però il bersaglio. Nuova chance per il Crotone al 27', ancora per Falcinelli, ma il portiere del Chievo dice di no. I veneti si riaffacciano in zona pericolosa al 42', quando Castro lascia partire una velenosa conclusione a giro che si spegne di pochissimo a lato. In avvio di ripresa il Crotone passa. Calcio d'angolo dalla destra, Ferrari è solo e può colpire a rete indisturbato. La squadra di Nicola manca il raddoppio in contropiede con Trotta ed al 12' subisce il gol del pareggio del Chievo ad opera di Pellissier, che insacca di testa su cross di Castro. Lo stesso Castro al 26' coglie un palo clamoroso e al 37' il Crotone torna in vantaggio: diagonale imparabile di Falcinelli, che riaccende le speranze salvezza dei suoi.

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello

    I calabresi vincono a Verona contro il Chievo. E si piazzano a meno cinque dall'Empoli con il vantaggio negli scontri diretti

REGGIO CALABRIA «Con l'intervento al forum Confcommercio di Cernobbio, Dario Franceschini ha affrontato ieri il tema del Ponte dello Stretto mediante una posizione diversa rispetto alle tante ascoltate in questi ultimi anni: ha parlato di un Ponte al servizio dell'Alta Velocità e non buttato li' in mezzo al nulla dell'attuale deficienza infrastrutturale dell'area interessata». Lo afferma, in una dichiarazione, il consigliere regionale Domenico Bevacqua. «A ben vedere, senza paraocchi ideologici e prese di posizione precostituite - prosegue Bevacqua - si tratta di un mutamento di prospettiva non di poco conto e che riesce, a mio parere, a rendere ragione di un'opera da troppi decenni evocata al di fuori del contesto che le è proprio. Si tratta di un vero e proprio rovesciamento di impostazione, capace di caratterizzare una politica lungimirante che vuole concretamente intervenire sui problemi del presente, progettando un futuro possibile e integrato con la sostenibilità e lo sviluppo. "Non c'è nessuna ragione per cui l'Alta Velocità si fermi a Salerno", ha detto Franceschini e, su questo, credo che nessuno possa obiettare alcunche. Ma, soprattutto, il ministro ha in incentrato la sua proposta sulla constatazione che soltanto il 15% del turismo internazionale arriva nel Mezzogiorno e che la difficoltà dei collegamenti rappresenta un ostacolo indubitabile alla soluzione del problema, alla gestione della crescita della domanda di cultura, di arte, di bellezza. Ecco perché sono convinto che, posta in questi termini, ponendolo al centro di un complessivo rilancio infrastrutturale delle regioni del Sud, il Ponte sullo Stretto acquisti un senso: il futuro va progettato, non arriva da sè». «Ancora una volta, l'amico Franceschini - sostiene Bevacqua - si dimostra un leader capace di quella chiarezza, di quel raziocinio e di quella visione del lungo termine che troppo spesso paiono del tutto assenti in un panorama politico innamorato degli schiamazzi, delle urla scomposte e della protesta fine a se stessa».

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello

    Il consigliere regionale Domenico Bevacqua: «Si tratta di un mutamento di prospettiva non di poco conto e che riesce, a mio parere, a rendere ragione di un'opera da troppi decenni evocata al di fuori del contesto che le è proprio»

MILANO La Calabria è la prima regione italiana certificata "Welcome Chinese", riconoscimento governativo di Pechino che permette alle realtà insignite di entrare nel mercato cinese del turismo in modo diretto e di beneficiare del sostegno della China Tourism Academy, ente del ministero del turismo cinese che accredita i più importanti tour operator. L'annuncio è stato fatto oggi alla Bit, la Borsa internazionale del turismo in corso da oggi e fino al 4 aprile a fieramilanocity. «Il marchio Welcome Chinese è un'opportunità per la Calabria per implementare i flussi turistici internazionali - ha commentato il sottosegretario al turismo del Mibact Dorina Bianchi che ha rappresentato il governo all'inaugurazione della Bit -. La Cina infatti è un mercato turistico con grosse potenzialità di crescita in particolare verso l'Italia che è il Paese che ogni abitante del mondo vorrebbe visitare. Tra i due Paesi inoltre ci sono diversi punti in comune: sono entrambi ricchi di storia e cultura e le proiezioni fino al 2023 confermano che l'Italia è fra le principali destinazioni dei viaggi di lunga durata dei cinesi». "Sappiamo quanto sia importante investire nel mercato turistico più grande del mondo - ha detto il presidente della Calabria Gerardo Mario Oliveiro presentando alla Bit le diverse iniziative della sua regione - e siamo orgogliosi di essere la prima regione italiana ad aver avviato Welcome Chinese. Sarà per noi un motivo in più per garantire un'offerta turistica sempre più adeguata agli standard internazionali».

L'INTERVENTO DI OLIVERIO «L'accessibilità è una condizione imprescindibile per intercettare la domanda turistica e per la crescita della nostra Regione». Lo ha sottolineato il presidente della Calabria, Gerardo Mario Oliverio, a margine della presentazione del nuovo portale turistico della Regione, TurisCalabria, alla Bit 2017. «Stiamo lavorando sull'alta velocità. Abbiamo messo in campo risorse per definire uno studio di fattibilità per portarla da Salerno a Reggio Calabria, oltre che per incentivare nuove rotte aeree per collegare meglio la Calabriaal resto d'Italia e all'estero» ha spiegato Oliverio. «TurisCalabria - ha aggiunto il governatore parlando del restyling del sito web - è uno strumento importante, indispensabile per proiettare le bellezze della nostra terra, il suo patrimonio culturale e paesaggistico nel mondo. Un patrimonio fatto di mare, di montagne, borghi, castelli, siti archeologici. Abbiamo investito risorse affinchè queste bellezze possano trasformarsi in crescita economica e occupazione». Oliverio ha anche rivolto un appello alle Regioni del Sud Italia a "unirsi" per incrementare i flussi turistici. «Il Sud intercetta soltanto il 15% delle presenze turistiche in Italia, troppo poco. Dobbiamo avere l'ambizione di crescere e incidere di più, ma crescere significa mettersi insieme per proporre ai mercati nazionali e internazionali il Mezzogiorno con le sue bellezze naturali, il suo mare e il suo patrimonio culturale», ha detto. La Bit è stata anche l'occasione per ufficializzare il nuovo accordo di collaborazione tra la Calabria e il canale Ansa ViaggiArt, «un formidabile strumento di proiezione di tesori nascosti disseminati sul nostro territorio», lo ha definito Oliverio.

 

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello

    Riconoscimento governativo di Pechino che permette alle realtà insignite di entrare nel mercato cinese del turismo in modo diretto. L'annuncio alla Bit di Milano. Oliverio: «L'accessibilità è una condizione imprescindibile per intercettare la domanda turistica e per la crescita della nostra Regione»

Pagina 1 di 3