Provincia Cosenza, Santelli si arrende

La coordinatrice di Forza Italia difende la scelta di candidare De Caprio alla presidenza nonostante l'esclusione sancita dalla commissione elettorale: «Siamo rammaricati per aver perso un'occasione importante di confronto politico»

Mercoledì, 11 Gennaio 2017 16:57 Pubblicato in Politica
La coordinatrice regionale di Forza Italia Jole Santelli La coordinatrice regionale di Forza Italia Jole Santelli

COSENZA Dopo l'esclusione del candidato del centrodestra alla presidenza della Provincia di Cosenza (per via di una documentazione presentata ritenuta insufficiente dalla commissione elettorale), Forza Italia prova a fare quadrato attorno ad Antonio De Caprio, il sindaco di Orsomarso candidato all'ultimo minuto con l'obiettivo di complicare la cavalcata verso il palazzo di piazza XV Marzo al dem Franco Iacucci. È Jole Santelli a difendere l'azione degli azzurri e l'orgoglio forzista: « Alla luce di quanto appreso è doveroso ringraziare chi, ha accettato la candidatura, senza indugi e per spirito di appartenenza al partito, il sindaco di Orsomarso Antonio De Caprio. Con questa candidatura volevamo dare un segnale forte di rinnovamento dando spazio ad un giovanissimo e brillante amministratore di un piccolo comune dell'altro Tirreno cosentino, che vivendo in prima persona le difficoltà e predisposto ad accogliere e gestire le istanze dei cittadini, avrebbe certamente potuto applicare, con la passione che lo contraddistingue, la sua esperienza anche in ambito provinciale».
Santelli prova a rivendicare il lavoro svolto in questi ultimi giorni, dopo la rinuncia a correre del sindaco di Cosenza Mario Occhiuto: « La candidatura di De Caprio è stata fin da subito accettata e condivisa sia dai vertici del partito che da un ampio numero di amministratori i quali, meritano la nostra gratitudine. Siamo molto rammaricati per aver perso un'occasione importante di confronto politico ma ringrazio le persone che si sono spese  nonostante giornate difficili come queste».
E lo stesso «rammarico» viene espresso da Luigi De Rose, coordinatore di Forza Italia in provincia di Cosenza. «Avevamo deciso di puntare - dice - su un sindaco giovane e su una candidatura innovativa. Le cose non sono andate per come speravamo, ma tutte le colpe non possono essere imputate solo al mio partito. Ci sono responsabilità diffuse, che investono tutti i dirigenti del centrodestra»