Nesci e Parentela: «Sostituire il primario di Chirurgia di Soverato»

I deputati M5s: «La direzione del reparto è stata affidata in via provvisoria a un componente della consulta del Pd sulla sanità calabrese senza la prevista comparazione curricolare di tutti gli aventi diritto»

Lunedì, 20 Marzo 2017 16:32 Pubblicato in Politica

CATANZARO «Il dg dell'Asp di Catanzaro, Giuseppe Perri, ha l'obbligo di indire subito un avviso pubblico per sostituire il direttore il primario della Chirurgia generale dell'ospedale di Soverato, pensionato dal 1 gennaio scorso». Lo affermano in una nota i deputati M5s Dalila Nesci e Paolo Parentela, che hanno diffidato Perri a indire l'avviso, anticipando un'apposita segnalazione alla Procura di Catanzaro e alla Corte dei conti, in caso di perdurante immobilismo. Nella stessa nota – trasmessa per conoscenza anche al governatore Mario Oliverio, al commissario Massimo Scura e al dg Riccardo Fatarella –, i due parlamentari 5 stelle hanno ricordato a Perri che «la direzione del reparto è stata affidata in via provvisoria con ordine di servizio dello scorso febbraio, firmato dal direttore sanitario dell'Asp di Catanzaro, Carmine dell'Isola, che ha prorogato l'incarico in questione. L'incarico era stato dato sempre al dottor Mario Deonofrio, già sindaco di Girifalco (Cz) e già componente della consulta del Pd sulla sanità calabrese, senza – hanno scritto i parlamentari 5 stelle – la prevista comparazione curricolare di tutti gli aventi diritto». Secondo i parlamentari, l'Asp di Catanzaro doveva invece indire da tempo «specifico bando». «L'Azienda – hanno precisato – sta volutamente favorendo un singolo soggetto, sia sotto il profilo economico che sotto il profilo curricolare, facendogli acquisire titoli». «È ovvio – hanno avvertito Nesci e Parentela – che gli indicati titoli producono danno verso i possibili concorrenti interni. Inoltre, nella fattispecie i benefici economici possono perfino configurare un'ipotesi di reato tipizzata».