Corriere della Calabria - Articoli filtrati per data: Lunedì, 09 Gennaio 2017

LAMEZIA TERME Episodio inquietante nella serata di lunedì, a Lamezia Terme. Nella zona di Sambiase sono andati a fuoco, attorno alle 20,30, il portone di uno studio legale e la portiera di un'auto che si trovava a pochi metri di distanza dall'ingresso del palazzo. I vigili del fuoco, intervenuti per spegnere le fiamme, propendono per l'ipotesi di un rogo doloso. Il legale finito nel mirino dell'intimidazione si occupa preminentemente di cause civili e le indagini, che sono condotte dagli agenti del Commissariato di Lamezia Terme, guidati dal primo dirigente Antonio Borelli, si concentrano proprio sull'attività professionale dell'uomo.

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello

    Il rogo sarebbe doloso. L'avvocato, che risiede a Sambiase, si occupa di cause civili. La polizia indaga sulla sfera professionale

Lunedì, 09 Gennaio 2017 22:46

Gelo, domani scuole chiuse a Crotone

CROTONE Il sindaco di Crotone Ugo Pugliese, «perdurando anche domani condizioni meteo di freddo intenso e nevicate a bassa quota», ha disposto la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado in città per domani 10 gennaio 2017. Lo rende noto il Comune.

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello

    Lo ha deciso il sindaco Pugliese. Previsti freddo intenso e nevicate a bassa quota

Lunedì, 09 Gennaio 2017 22:40

Auto tampona scooter, un morto a Luzzi

LUZZI Un uomo di 51 anni, A.G., è morto a Luzzi, nel Cosentino, in un incidente stradale. La vittima era a bordo del suo scooter quando, in procinto di svoltare, è stato tamponato da un'auto. Sul posto i sanitari del 118 e i carabinieri della stazione di Luzzi supportati dai militari della compagnia di Rende per i rilievi e gli accertamenti del caso.

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello

    La vittima aveva 51 anni. È stato travolto mentre stava svoltando 

REGGIO CALABRIA Oltre 2000 volatili di specie protette sono stati sequestrati dai carabinieri del Nucleo tutela forestale e ambientale di Roma e del Gruppo carabinieri forestali di Reggio Calabria nell'ambito di un'inchiesta coordinata dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria.
I militari, oggi, hanno dato esecuzione a un provvedimento di perquisizione disposto dai pm nei confronti di 13 persone indagate per associazione a delinquere finalizzata alla commercializzazione di volatili di specie protetta. Nel corso delle perquisizioni i carabinieri hanno trovato anche 91 uccellini morti. Gli uccellini sequestrati sono stati poi rimessi in libertà.

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello

    Sequestrati a Reggio 2mila volatili, poi rimessi in libertà. Trovati anche 91 esemplari morti

CROTONE Nicodemo Parrilla è il nuovo presidente della Provincia di Crotone. Il sindaco di Cirò Marina - candidato per la lista "Provincia in rete" - è risultato eletto con il 62,2% alla fine dello spoglio svoltosi nella sede della Provincia dove era stato allestito il seggio elettorale aperto al voto di sindaci e consiglieri comunali dei 27 centri da cui è composta la provincia.
Franco Parise, candidato del Partito democratico, ha ottenuto il 37,80%. A partecipare è stato il 90% degli aventi diritto: 298 tra consiglieri e sindaci sui 330 ammessi al voto. Parrila era sostenuto dalla lista Provincia in rete, espressione del movimento politico di Flora Sculco, eletta al consiglio regionale con la lista Calabria in rete che sostenne il candidato di centrosinistra Mario Oliverio.

I CONSIGLIERI ELETTI Sono sei i consiglieri eletti nella lista “Provincia in rete”, collegata a Nicodemo Parrilla. Si tratta di Renato Giuseppe Carcea, Armando Foresta, Gennaro Lerose, Dionigi Fera, Vincenzo Lagani e Vincenzo Secreti. Per gli sconfitti, in rappresentanza del Pd, entrano in consiglio provinciale Mario Megna, Samuele Albanese, Giampiero Amato e Paola Carvelli. 

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello

    Il sindaco di Cirò Marina si è imposto con il 62% delle preferenze. Un altro successo per il movimento di Flora Sculco. Pd sconfitto ancora - I NOMI DEI CONSIGLIERI ELETTI

CATANZARO Il dipartimento Programmazione nazionale e comunitaria della Regione comunica che «a solo poche ore dall'attivazione della funzione di presentazione delle domande online per l'acquisizione di macchinari e impianti, per come previsto dal relativo bando del Por Calabria 2014-2020, sono già pervenute 1.158 domande di finanziamento, con una richiesta complessiva di circa 124 milioni di euro, da parte di Pmi e professionisti calabresi».
«L'opportunità offerta - informa una nota dell'ufficio stampa della giunta - ha evidentemente rappresentato un'occasione irrinunciabile per l'imprenditoria calabrese, a conferma della validità della programmazione regionale in termini di risposta a fabbisogni concreti espressi dal territorio, frutto di un attento lavoro di confronto con gli operatori, anche nell'ambito della Smart Specialization Strategy (S3), che ha rappresentato la base per la definizione dei bandi. Si tratta di numeri importanti, che trovano ragione non solo nella qualità dell'offerta, ma anche nell'efficacia dell'azione di comunicazione e promozione, realizzata capillarmente dalla Regione Calabria, non solo con momenti seminariali di presentazione territoriale ma anche attraverso i media, il portale web Calabria Europa e i canali social. Certamente rilevante, inoltre, è risultata la strategia della semplificazione: la scelta di facilitare le modalità di presentazione delle domande attraverso una piattaforma web-based è risultata vincente.
La piattaforma, facilmente accessibile e funzionale, è stata attivata lo scorso 12 dicembre per la registrazione e la predisposizione delle domande, nell'attesa del click day fissato per oggi, 9 gennaio. In questo lasso di tempo, le aziende e i professionisti hanno potuto fruire del servizio informativo e di assistenza attivato da Fincalabra. L'HelpDesk e lo staff di Fincalabra, infatti, hanno gestito tutte le 358 richieste di assistenza e di informazioni pervenute fornendo risposta scritta in un tempo medio inferiore ad una giornata lavorativa. Si tratta di un bando a sportello, con una dotazione finanziaria di 10 milioni di euro, che prevede la concessione di contributi in conto capitale fino al 70% e valutazione in base all'ordine cronologico di presentazione, fino ad esaurimento delle risorse. Tuttavia essendo stato largamente superato il limite di contributi richiesti, non si potranno più presentare domande dopo le ore 19 di oggi, in conformità a quanto previsto dal decreto dirigenziale 14904 del 29.11.2016».
«La fase di verifica di ammissibilità, di coerenza con le traiettorie della S3 della Regione Calabria e di valutazione delle domande pervenute, con l'attribuzione del punteggio per come previsto dal bando - conclude la nota - sarà immediatamente avviata. Nei prossimi giorni, infatti, la Regione Calabria procederà con la nomina della Commissione di valutazione».

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello

    Grande successo per il bando del Por Calabria. La richiesta complessiva è di 124 milioni di euro

VIBO VALENTIA Una nuova istanza di spostamento del processo Black Money che vede imputati i vertici del clan Mancuso di Limbadi è stata depositata stamani alla cancelleria al Tribunale di Vibo Valentia. Ad avanzarla l'avvocato Francesco Stilo, legale di fiducia dello storico boss Antonio Mancuso. E come in quella precedente presentata da numerosi avvocati e rigettata dalla Cassazione il 27 dicembre scorso, anche in questo caso viene ventilata la presenza di un legittimo sospetto.
La richiesta mette in evidenza la circostanza che un troncone di "Black money" si fonda pure sulle risultanze investigative dei carabinieri del Ros di Catanzaro nell'ambito dell'indagine "Purgatorio". Una parte di tale inchiesta è stata trasmessa per competenza territoriale e funzionale all'autorità giudiziaria di Salerno in quanto coinvolgeva alcuni magistrati all'epoca in servizio nel Distretto di Corte d'Appello Catanzaro. Tre di questi, coinvolti nell'inchiesta "Purgatorio", sono stati in ogni caso prosciolti in via definitiva con formula ampia da tutte le accuse sia in sede penale che disciplinare, mentre per altri due i procedimenti sono ancora pendenti.
A parere dell'avvocato Stilo, l'intera inchiesta "Purgatorio", o almeno il filone concernente i magistrati, avrebbe dovuto essere subito trasferita alla Dda di Salerno per il coordinamento delle indagini appena avuta notizia, dall'ascolto delle intercettazioni, del coinvolgimento di alcuni magistrati. Una parte dell'informativa "Purgatorio" ha poi portato sotto processo gli allora vertici della Squadra mobile di Vibo e un avvocato del foro vibonese accusati a vario titolo di associazione mafiosa, concorso esterno nella stessa e rivelazione di segreto investigativo, il cui procedimento è ancora in corso dinanzi al Tribunale di Vibo. Intanto è in corso la fase di discussione del processo "Black Money", il 30 dicembre scorso il pm Marisa Manzini ha chiesto 20 condanne per un totale di 219 anni di reclusione. Giovedì inizieranno le arringhe dei difensori.

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello

    L'avvocato del boss Antonio ha presentato l'istanza fondata su un legittimo sospetto. Un troncone di "Black money" si basa su risultanze investigative dell'indagine "Purgatorio", che coinvolgeva alcuni magistrati

MANDATORICCIO Resteranno chiuse anche domani e dopodomani le scuole di Mandatoriccio a causa di avverse condizioni meteo. Lo ha stabilito l'ordinanza emessa oggi dal sindaco per, è scritto in una nota, «la persistenza di temperature molto basse che ha determinato pericolose gelate e lastre di ghiaccio su alcuni tratti del territorio comunale». Nella stessa ordinanza si comunica anche che per mercoledì sono previste forti nevicate.

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello

    Lo ha stabilito il sindaco a causa della persistenza di temperature molto basse. Per mercoledì sono previste altre nevicate

CATANZARO Il presidente della Regione Calabria Mario Oliverio ha scritto oggi una lettera al ministro delle Infrastrutture e Trasporti Graziano Delrio sulla grave decisione assunta dall'Alitalia per l'aeroporto di Reggio Calabria. «Come sai - ha scritto Oliverio - Alitalia ha deciso, in maniera unilaterale, di sospendere l'attività volativa dallo scalo aeroportuale di Reggio Calabria. Ti rappresento le gravi ricadute di ogni ordine che l'attuazione di questa decisione provocherebbe. Ti è noto, infatti, che Alitalia è al momento di fatto l'unica compagnia che vola da e per Reggio Calabria. In questa delicata fase che vede in via di definizione la procedura attraverso la quale l'Enac sta selezionando il nuovo gestore dell'aeroporto di Reggio Calabria ci troveremmo di fronte alla chiusura dello scalo».
«La Città metropolitana di Reggio Calabria - ha concluso Oliverio - non può essere privata di collegamenti con il resto del Paese, anche in considerazione delle distanze con altre infrastrutture aeroportuali. Ti chiedo, al fine di evitare tale grave decisione e le conseguenze che immagini, di adoperarti presso la compagnia per sospendere tale scelta».

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello

    Il governatore scrive al ministro per chiedergli un intervento. L'ex compagnia di bandiera ha già annunciato l'addio allo scalo dello Stretto

CATANZARO Il presidente della Regione Mario Oliverio si è recato, oggi pomeriggio, all'ospedale Pugliese di Catanzaro per far visita al diciottenne Aruna, migrante del Burkina Faso, che ha perso le gambe a seguito delle ferite provocatogli dagli scafisti. Lo rende noto l'ufficio stampa della giunta regionale. Aruna, ancora a bordo del barcone che lo avrebbe portato in Italia, ha avuto un attacco di panico. Gli scafisti, per costringerlo a stare zitto, gli hanno legato mani e piedi in modo così stretto che, giunto all'ospedale Pugliese, constatate le sue condizioni, il direttore della Chirurgia plastica Franco Abbonante ha dovuto amputargli gli arti inferiori. Oliverio era accompagnato da Franco Corbelli, leader del Movimento Diritti civili, entrambi particolarmente commossi. Erano presenti, oltre al direttore generale dell'Azienda ospedaliera Giuseppe Panella, il primario Lucio Cosco, assieme agli altri medici del reparto di Malattie infettive ai quali Oliverio ha espresso il compiacimento e il ringraziamento per quanto hanno fatto in favore di Aruna. Domani, il giovane Aruna, uscito dall'ospedale, sarà ospitato, a Decollatura, dall'associazione "piccola famiglia" diretta da padre Benedetto, del quale Oliverio ha sottolineato il grande gesto di accoglienza affettuosa dimostrata, autentica caratteristica della nostra regione. «Siamo particolarmente vicini - ha detto Oliverio - al giovane Aruna, vittima di un'immane tragedia, al quale ho espresso la solidarietà e la vicinanza mia e del popolo calabrese. Seguiremo con grande attenzione il cammino di riabilitazione di Aruna che aiuteremo affinché possa avere una vita il più possibile serena e dignitosa. Per questo, ho chiesto che gli vengano impiantate le migliori protesi in modo che possa muoversi agevolmente».
«Sono soddisfatto e contento, e ringrazio, per questa visita, il presidente Oliverio. Un incontro - ha detto Corbelli - che ci ha molto commosso. E l'abbraccio che ha voluto farci Aruna per ringraziarci, ci ha segnato profondamente».

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello

    Aruna, originario del Burkina Faso, ha perso gli arti inferiori a causa delle ferite provocategli dagli scafisti. Il governatore: lo aiuteremo

Pagina 1 di 5