LEGA PRO | Colpaccio dei Lupi al Massimino

A Catania finisce 2-0 la sfida contro il Cosenza. Vittoria per 1-0 del Catanzaro sul Siracusa. Mentre la Vibonese si fa riacciuffare sull'1-1 dalla Paganese. Reggina subisce un gol dalla capolista Foggia

Sabato, 15 Aprile 2017 21:43 Pubblicato in Sport
Antonio Letizia, autore del primo gol del Cosenza Antonio Letizia, autore del primo gol del Cosenza

Due vittorie, un pareggio e una sconfitta. Questo il bilancio delle quattro squadre calabresi impegnate nella trentacinquesima giornata di Lega Pro. Una giornata che si è chiusa al Massimino, dove il Cosenza ha battuto il Catania. I lupi hanno infatti sconfitto i padroni di casa per due reti a zero al termine di una partita iniziata molto bene per i rossoblu. Già al 14' del primo tempo Letizia mette in rete un pallone lisciato dagli avversari in difesa. E sempre nella prima frazione arriva anche il raddoppio della squadra ospite al 43' con un gol di Statella. Un risultato che nonostante i vari tentativi del Catania non è mutato fino alla fine e che consente al Cosenza di ottenere tre punti d'oro in zona play off.
L'altra vittoria l'ha rimediato il Catanzaro che si è imposto per una rete a zero tra le mura amiche contro il Siracusa. Il gol anche in questo caso nella prima frazione di gioco quando Icardi al 18' ha insaccato alle spalle di Santurro. Un primo tempo nettamente dominato dai giallorossi che più volte sfiorano anche il raddoppio: il più nitido con la traversa di Giovinco. Un copione che non muta neppure nella ripresa e che permette alle Aquile di conquistare tre punti preziosi in chiave salvezza.
Finisce invece con un pari decisamente amaro la sfida fuori casa della Vibonese. La chance di ottenere la vittoria nel campo della Paganese e mettere in cassaforte tre punti – fondamentali per uscire dalla zona retrocessione - per la squadra di Campilongo sfuma praticamente all'ultimo. Il vantaggio della Vibonese ottenuto al 4' del primo tempo con Sowe e il tentativo di difendere quel risultato crolla per un errore clamoroso all'84' quando Franchino regala per un fallo di reazione in area un rigore agli avversari che trasformano in gol con un cucchiaio di Cicerelli all'86'. Un risultato che complica il percorso salvezza della squadra calabrese.
Decisamente opaca la prestazione della Reggina a Foggia, dove rimedia una sconfitta al termine di una partita dominata dalla capolista. Il risultato finisce 1-0 a favore dei pugliesi che realizzano il gol della vittoria con un colpo di testa di Loicacono al 56'. Una vittoria che non consente però ancora alla squadra di Stroppa di festeggiare la promozione in serie B visto il pari del Lecce che gli consente di rimanere in corsa per il salto nella categoria cadetta.