Emergenza rifiuti, Occhiuto: andiamo verso la risoluzione

Il sindaco di Cosenza annuncia che a breve riprenderà in città la raccolta dell`immondizia Giovedì, 21 Novembre 2013 18:20 Pubblicato in Politica

COSENZA «L`amministrazione comunale di Cosenza si sta adoperando senza soluzione di continuità, attraverso controlli e monitoraggi costanti, per la fine dell`emergenza rifiuti della raccolta indifferenziata che da diversi giorni ha riprodotto in città un`invasione di sacchetti nei pressi dei cassonetti e non solo». È quanto si afferma in una nota del portavoce del sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto. «Le preoccupazioni per la salute pubblica e il decoro urbano – prosegue la nota – impongono il massimo livello di attenzione, come sta avvenendo in seno all`istituzione municipale. Al momento, come si legge in un`informativa inviata questa mattina dal gestore "Ecologia oggi", nonostante le rassicurazioni delle ultime ore sull`imminente sblocco dei conferimenti alla discarica di Pianopoli, i mezzi dell`azienda adibiti alla raccolta dei rifiuti indifferenziati di Cosenza sono impossibilitati a scaricare presso la suddetta discarica in quanto ancora interessata dalla chiusura per i lavori stradali riconducibili a smottamenti causati dal maltempo. L`accumulo delle buste ai bordi delle carreggiate e sui marciapiedi, è bene ricordarlo, si riferisce solo alla raccolta indifferenziata che di norma viene poi conferita per lo smaltimento finale presso la discarica di Pianopoli. Da qui, l`ulteriore dimostrazione dell`importanza per il territorio urbano di poter contare sui centri di riciclo e sulla raccolta differenziata, avviata gradualmente dall`esecutivo Occhiuto attraverso la rimodulazione del progetto esistente e indirizzando tutto sulla raccolta spinta porta a porta. Scelta che ha certamente mitigato le negative conseguenze dell`emergenza in corso». «I servizi quotidiani di raccolta differenziata, anche in questo momento di emergenza - conclude la nota - continuano a ritmo serrato senza alcuna interruzione e con il perfetto rispetto dei turni previsti nel calendario». (0090)