«Salvini in Calabria è solo una passerella da campagna elettorale»

L'eurodeputata del Movimento 5 Stelle sulla visita del leader leghista a Vibo. «Spero non venga diffondere demagogia xenofoba». E sul tema dei migranti: «Quando a Bruxelles si discute di sbarchi lui è assente al dibattito» Domenica, 16 Luglio 2017 18:14 Pubblicato in Politica
L'europarlamentare M5S Laura Ferrara L'europarlamentare M5S Laura Ferrara

 

CATANZARO «Spero che il collega Salvini non venga a diffondere solo demagogia xenofoba in Calabria, visto che in Parlamento quando si parla di questi temi è spesso assente». Così l'eurodeputata del Movimento 5 Stelle, Laura Ferrara, commenta in una nota la visita di Matteo Salvini a Vibo Valentia. «L'emergenza migranti in Calabria - prosegue la Ferrara - è un tema serio e come tale va affrontato. I principali approdi e fra questi Vibo sono al collasso, Comuni senza risorse si trovano a fronteggiare sbarchi di centinaia e centinaia di uomini, donne e soprattutto minori spesso non accompagnati. Quelle di Salvini sono solo passerelle da campagna elettorale. Un campione di selfie nei luoghi caldi dell'emergenza, assente però quando al centro del dibattito a Bruxelles c'è da discutere proprio sul tema immigrazione. Come mercoledì scorso in cui si discuteva di sbarchi con il direttore di Frontex e le Ong e per la Lega non c'era nessuno. Si spacciano per paladini dei confini nazionali e non hanno proposto nemmeno degli emendamenti per la modifica del regolamento di Dublino per cancellare il principio del paese di primo arrivo». «Ai calabresi che lo accoglieranno - conclude l'europarlamentare 5 Stelle - va ricordato che fino a ieri il suo partito era promotore del secessionismo fondando le proprie politiche sugli insulti ai meridionali e ai calabresi in particolare. Il richiamo elettorale lo porta ora a sud di Roma, una visita che non porta nulla di costruttivo per la Calabria e i calabresi. Fomenteranno la paura dello straniero senza alcun aiuto concreto ai nostri territori».