Catanzaro, 10 milioni per la provinciale 25

I fondi, individuati nelle risorse Pac 2014/2020, saranno ora utilizzati per le opere di messa in sicurezza e ripristino della strada Arsanise-Catanzaro, già colpita a dicembre dai danni causati dal maltempo Sabato, 12 Agosto 2017 10:32 Pubblicato in Politica
Enzo Bruno assieme al prefetto Luisa Latella al momento della riapertura della sp 25 Enzo Bruno assieme al prefetto Luisa Latella al momento della riapertura della sp 25

CATANZARO L’amministrazione provinciale di Catanzaro guidata da Enzo Bruno ha ottenuto dalla Regione un finanziamento di 10 milioni di euro per realizzare le opere di messa in sicurezza e ripristino della Strada provinciale 25 Arsanise-Catanzaro. Tali fondi, individuati nelle risorse Pac 2014/2020, saranno ora utilizzati per le opere di messa in sicurezza e ripristino dell’arteria, già interessata da ingenti danni dal maltempo del dicembre scorso e poi riaperta dopo solo otto giorni di chiusura.
Assunto il 4 agosto nel registro dei decreti dirigenziali della Regione, il provvedimento è stato trasmesso alla Provincia di Catanzaro completo dello schema di disciplinare e dell’impegno delle somme. Dopo la pubblicazione del decreto, come prevede la norma, la Provincia potrà procedere con la progettazione esecutiva e, quindi, con la fase d’appalto per l’avvio dei lavori. Si tratta di una infrastruttura fondamentale per scongiurare l’isolamento delle aree interne del Catanzarese e garantire la messa in sicurezza della condotta idrica di Santa Domenica (acquedotto di Catanzaro) che insiste lungo il percorso.
Bruno ha consegnato personalmente copia del decreto al prefetto Luisa Latella ringraziandola ulteriormente per essere stata vicina all’ente intermedio della complessa gestione della vicenda che ha portato al recupero dei fondi. Il prefetto ha assicurato la massima collaborazione al presidente della Provincia soprattutto nell’intento di vigilare sulla legalità e la trasparenza degli atti, arrivando in tempi celeri alla stipula di un protocollo d’intesa secondo le procedure stabilite per i bandi europei.