Bando Psr, la Regione: «L'iter va avanti»

La replica del dipartimento Agricoltura a un articolo del Corriere: «Nessun blocco dei fondi, gli investimenti per i giovani imprenditori non saranno compromessi». Gli esclusi sono stati inseriti con riserva nella graduatoria Lunedì, 18 Settembre 2017 16:06 Pubblicato in Politica
La Cittadella regionale di Catanzaro La Cittadella regionale di Catanzaro

Riceviamo dal dipartimento Agricoltura della Regione Calabria

In riferimento a un articolo pubblicato questa mattina, il dipartimento Agricoltura precisa che non c’è e non ci sarà alcun blocco allo sviluppo della programmazione dei fondi comunitari. L’articolo pubblicato, in particolare, cita ricorsi di aspiranti giovani imprenditori agricoli, ai decreti  n. 5818 del 05/06/2017, con la valutazione delle pratiche con problemi di presentazione della domanda a valere sulla Misura 4 - Misura 6 - Pacchetto Giovani - Interventi 4.1.1 - 4.1.2 - 4.1.3 - 4.1.4. Le domande dei ricorrenti non erano state prese in considerazione per un difetto procedurale, ossia la mancanza della conferma della procedura di rilascio delle domande sul sistema, l'"Otp", “One time password”.
Il dipartimento Agricoltura sottolinea innanzitutto che la graduatoria ufficiale del Pacchetto giovani non è affatto sospesa, specificando che l’istruttoria è in corso e che, in seguito alle ordinanze sospensive del Tar Calabria, nelle more della trattazione del giudizio di merito, ha prontamente inserito – con riserva – nell’istruttoria delle Misure 6.1.1 e 4.1.2 del Psr Calabria “Pacchetto giovani”, le domande segnalate nelle ordinanze. Tanto che i singoli ricorrenti, sempre in attesa della sentenza di merito, erano stati già avvisati via pec.
Il dipartimento, peraltro, in data 29 agosto, a mezzo pec (con numero di protocollo 270686), aveva richiesto al Sin, l’attestazione del funzionamento del sistema Sian nelle date 10/13 febbraio 2017, ovvero i giorni immediatamente precedenti alla prima scadenza del bando in questione (13 febbraio).
Il dipartimento, in sostanza, rassicura sul normale andamento dell’iter, sottolineando che i tanto attesi sostegni agli investimenti in agricoltura, e in particolare all’insediamento di giovani imprenditori, non saranno compromessi da ritardi né da cavilli. Infatti si sta lavorando comunque all’istruttoria delle domande del “Pacchetto giovani”, comprese quelle inizialmente escluse e successivamente riammesse con riserva, su indicazione del Tar. Si specifica pertanto che le pratiche riammesse saranno valutate con il vincolo di riserva, e qualora la sentenza di merito del 23 maggio 2018 dovesse dare ragione ai ricorrenti, le domande in questione, se valide continueranno il loro iter. In caso contrario, se dovesse aver ragione l’amministrazione, le domande saranno escluse, per il merito della sentenza.