Celico, a gennaio l'udienza sullo stop alla discarica

Rinviata la decisione di merito del Tar sulla sospensione dei conferimenti. Il Comitato ambientale Presilano chiede alla Regione di prolungare il provvedimento fino all'udienza Giovedì, 09 Novembre 2017 16:02 Pubblicato in Politica
Il presidio degli ambientalisti presilani davanti al Tar Calabria Il presidio degli ambientalisti presilani davanti al Tar Calabria

CELICO È stata rinviata al 31 gennaio l'udienza di merito del Tar da cui dovrebbe venire fuori la decisione definitiva sulla sospensiva del provvedimento con cui la Regione ha stoppato i conferimenti di rifiuti nell'impianto di Celico, nel Cosentino. Come si ricorderà, lo stop di 60 giorni deciso dalla Cittadella lo scorso 20 settembre – che dunque si concluderà il prossimo 20 novembre – era arrivato a seguito dei primi 90 giorni di sospensione avviati il 20 giugno scorso. Dopo il rinvio del Tar, reso noto dal Comitato ambientale Presilano, gli stessi attivisti continuano a chiedere con forza ai consigli comunali dei paesi presilani «di approvare la delibera in cui si chiede ufficialmente alla Regione Calabria di avviare l'iter di riesame dell’Autorizzazione integrata ambientale della discarica di Celico».
L'obiettivo degli ambientalisti presilani resta dunque quello della chiusura definitiva della discarica che ha sempre generato nella zona forti malumori a causa del cattivo odore che spesso ne deriva. «Inoltre ci preme insistere – prosegue il Comitato ambientale Presilano – sulla necessità di effettuare analisi delle matrici suolo, acqua e aria di modo da evidenziare nuovi e decisivi elementi per ottenere la chiusura motivata e definitiva dell'impianto che ha ammorbato le nostre vite. Infine chiediamo alla Regione Calabria – concludono gli ambientalisti – di reiterare la sospensione dei conferimenti almeno fino alla data dell'udienza definitiva, di modo che l'impianto rimanga chiuso finché gli iter tecnici e legali non verranno completati».