Guccione: «Il consiglio discuta dello scontro tra Oliverio e il governo»

Appello del consigliere regionale del Pd al presidente dell'assemblea Irto: «Il confronto rischia di fare del male alla Calabria. Il ribellismo non serve» Martedì, 14 Novembre 2017 12:54 Pubblicato in Politica
Carlo Guccione Carlo Guccione
REGGIO CALABRIA «La seduta del consiglio regionale di oggi non può non affrontare il tema dello scontro istituzionale tra il presidente della giunta regionale, Mario Oliverio, e il governo nazionale. L'intenzione del governatore Oliverio di incatenarsi a Palazzo Chigi - affinché riceva la nomina a commissario (contemplata dalla legge) come avvenuto in Campania per il governatore De Luca - palesa uno scontro istituzionale grave e senza precedenti». Lo dice il consigliere regionale del Pd Carlo Guccione nell'introdurre la riunione dell'assemblea di martedì.  
Per Guccione «il consiglio regionale non può assistere passivamente e stare in silenzio rispetto a tale situazione. Il presidente del consiglio regionale, Nicola Irto, deve consentire un'ampia discussione e aprire un dibattito dopo che il presidente Oliverio ha spiegato le  ragioni che lo hanno indotto a intraprendere tale iniziativa. Auspico necessaria, invece, una determinazione del consiglio regionale - attraverso l'elaborazione di un documento scritto - affinché si mettano in atto tutte le iniziative utili per rimettere realmente al centro dell'agenda politica la soluzione dei problemi della sanità calabrese e la fuoriuscita dal Piano di Rientro sanitario della Calabria». 
«Il rischio concreto – conclude il consigliere dem – è che l'inedito scontro tra Mario Oliverio e il governo nazionale produca danni ulteriori alla Calabria e ai suoi cittadini. Abbiamo bisogno di iniziative istituzionali che rifuggano da un ribellismo - tipicamente calabrese e meridionale, oggi di moda in Italia - che produce solo conflitti e nessuna soluzione dei problemi. Chiedo ufficialmente al presidente Nicola Irto di consentire la discussione - in merito allo scontro istituzionale sulla sanità tra Oliverio e governo nazionale - durante il consiglio regionale di oggi alle 15:00».