Castrovillari tra le tappe più ecosostenibili del Giro d'Italia

La cittadina del Pollino, che ha ospitato la settima tappa, è stata la seconda classificata al concorso dedicato all'ambiente e alla raccolta differenziata in occasione dell'evento sportivo. L'assessore Pace: «È il risultato di tutti» Domenica, 16 Luglio 2017 21:01 Pubblicato in Società
L'assessore di Castrovillari Pasquale Pace riceve il premio Ride Green L'assessore di Castrovillari Pasquale Pace riceve il premio Ride Green

 

CASTROVILLARI Nella “Grande raccolta della Corsa Rosa”, come l’hanno battezzata gli organi d’informazione, Castrovillari s’impone tra le più attive nel progetto ecosostenibile dedicato all’ambiente e alla raccolta differenziata durante la centesima edizione del Giro d’Italia. Così dopo il ringraziamento da parte dell’organizzazione del Giro d’Italia per il supporto organizzativo, l’accoglienza e il calore trovato e ricevuto a Castrovillari, 7^ Città Tappa del Giro , da cui i ciclisti hanno raggiunto Alborobello, in Puglia, il capoluogo del Pollino, il 13 luglio scorso, nel Centro Congressi Eataly Smeraldo di Miano, ha ottenuto il riconoscimento per essersi piazzato tra i primi nella graduatoria – dei luoghi di partenza - che meglio hanno risposto al progetto Ride Green, iniziativa di eco sostenibilità legata al Giro d’Italia.
Lo richiama, al di là delle tante notizie rilanciate in questi giorni ed a più livelli, immediatamente dopo la conferenza stampa svoltasi nel capoluogo lombardo con la presentazione dei risultati e le premiazioni dei Comuni virtuosi, la stessa amministrazione comunale che, per il particolare evento, opportunamente ha inviato, a ritirare il premio, l’assessore all’Ambiente, Pasquale Pace. La consegna ha riguardato quelle Città di Tappa che si sono distinte per aver raggiunto una elevata percentuale di raccolta differenziata durante le giornate della manifestazione sportiva partecipando al concorso, organizzato da Rcs Sport ed E.R.I.C.A.. L’iniziativa era finalizzata a ridurre l’impatto ambientale in tutti i luoghi che accoglievano la Carovana, e Castrovillari si è classificata al secondo posto «grazie ad un più che soddisfacente risultato pari all’ 84% - spiega l’assessore Pace - di raccolta differenziata» nella categoria e tra le 21 che accoglievano la partenza. Per l’amministrazione comunale «questo risultato si è potuto ottenere per la preziosa collaborazione di quanti, a diverso titolo, hanno a cuore le problematiche ambientali; in particolare gli ispettori volontari, che sono stati impegnati in prima linea nella corretta gestione delle postazioni di raccolta installate per l’evento, i responsabili ed i dipendenti dell’ufficio Ambiente, che hanno coordinato le operazioni sul territorio con puntualità e precisione, e la ditta Calabra Maceri che, attraverso i suoi operai, ha offerto un particolare sostegno prima, durante e dopo l’evento per fare in modo che a poche ore dalla fine della Tappa tutto fosse in ordine e pulito come prima che la città venisse invasa da migliaia di persone. Abbiamo sperimentato - ha richiamato l’amministrazione - come le cose possano funzionare e diano frutti, che diventano anche esempio, soltanto se si lavora insieme perseguendo degli obbiettivi comuni che facciano riscoprire il senso nel condividere non solo gli spazi ma anche i momenti». «Quanto è stato assaporato durante la Tappa e offerto da questo importante riconoscimento di valore sociale ed ambientale - sottolinea il sindaco, Domenico Lo Polito - saranno lo stimolo per continuare e fare meglio nelle prossime sfide che potremo affrontare solo con l’aiuto e la partecipazione di tutti».