Da sinistra Alessio, Surace, Pittelli, Guglielmelli e Giampà

LAMEZIA TERME È tutto pronto per il congresso regionale dei giovani democratici. L'appuntamento è fissato per domenica a Catanzaro alla Casa delle culture. La scelta di celebrare l'assise nel capoluogo calabrese non è casuale. «Vogliamo dare un segnale di vicinanza e di sostegno – spiega in conferenza stampa Luigi Guglielmelli, segretario ancora per pochi giorni dell'organizzazione – a un nostro coetaneo, Salvatore Scalzo, che è candidato a sindaco per la coalizione di centrosinistra». Ma se quella di Scalzo non è un'elezione scontata, diverso è il discorso per Mario Valente. Sul nome dell'ex coordinatore dei Gd di Cosenza non ci sono più dubbi anche perché la sua elezione sarebbe il frutto di un accordo tra le varie anime presenti all'interno del movimento giovanile. E l'arrivo del giovane originario di Rovito sarebbe anche un segnale di continuità con il periodo di lunga gestione targato Guglielmelli. Qualche numero: al termine dei congressi provinciali risultano eletti Domenico Giampà a Catanzaro; Ferenc Macrì a Crotone; Francesco Danisi a Reggio Calabria; Luigi Tassone a Vibo Valentia e Michele Rizzuti a Cosenza. Al voto nei congressi di circolo hanno partecipato 2595 iscritti. La tesi congressuale nazionale numero 1 ''Il futuro ci interessa'', del segretario nazionale Fausto Raciti, ha avuto 2.293 voti, pari all'88,3%, mentre la tesi numero 2, proposta da Brando Benfei, ''Il futuro alla democrazia'' ha raccolto 302 consensi (11,7%). I giovani democrat saranno presenti con una folta delegazione al congresso nazionale in programma dal 23 al 25 marzo a Siena.


15/03/2012 17:15
© riproduzione riservata.