Ultimo aggiornamento alle 22:38
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

«Noi decisivi per ogni ipotesi di governo in Calabria»

LAMEZIA TERME Il documento politico firmato oggi a Lamezia dai rappresentanti del terzo polo calabrese è per Angela Napoli «un punto di partenza» rispetto a un quadro politico nazionale «che sta vi…

Pubblicato il: 14/11/2011 – 15:15
«Noi decisivi per ogni ipotesi di governo in Calabria»

LAMEZIA TERME Il documento politico firmato oggi a Lamezia dai rappresentanti del terzo polo calabrese è per Angela Napoli «un punto di partenza» rispetto a un quadro politico nazionale «che sta vivendo grandi trasformazioni». E allora poco importa se le differenze all`interno della coalizione centrista permagono «perché – dice ancora la coordinatrice regionale di Fli – è molto probabile che, con il cambio di governo, si assista a un`implosione degli attuali assetti della giunta calabrese».
In ogni caso, nella “lenzuolata” sottoscritta dai rappresentanti di Udc (Gino Trematerra), Mpa (Domenico Vasta), Fli (Francesco Grandinetti e Angela Napoli) e Api (Franco Bruno), che sancisce la nascita del coordinamento regionale dei terzopolisti, c`è già un punto fermo: «Il terzo polo è fondamentale per ogni ipotesi di governo della Calabria». Se non è un ultimatum, poco di manca. E d`altronde «sono otto i consiglieri regionali che si riconosco nelle posizioni dei moderati che finiscono per rappresentare un punto di riferimento ancora più ampio di quello ufficiale». In questa lista viene pure ricompreso l`ex governatore Agazio Loiero, da poco approdato nelle fila dell`Mpa, e che respinge con forza ogni tentativo di dialogo con il centrodestra di Peppe Scopelliti. Proprio quel centrodestra di cui è parte integrante l`Udc di Gino Trematerra. I rappresentanti del terzo polo calabrese, almeno per il momento, ostentano tranquillità sulla diversità di vedute che pure esiste al loro interno: «È proprio la pluralità di provenienza e di posizioni che può dare linfa adeguata ad una azione politica che dovrà guardare esclusivamente al merito delle proposte, ai contenuti e al bene della collettività che costituisce il nostro vero riferimento comune sia a livello nazionale che regionale».
Nel futuro, dunque, mani libere su alleanze e accordi vari: «Dobbiamo costruire un’alleanza che sappia rappresentare i cattolici e i laici, i liberali e gli ambientalisti; che sappia parlare alle generazioni “2.0” ricucendo la frattura che li separa dai loro padri in termini di diritti, di tutele e di aspettative nel futuro. Insomma, dobbiamo contribuire a ricostruire la credibilità del Mezzogiorno nel Paese e in Europa». In che modo? Partendo dal sostegno al governo di Mario Monti: «La Calabria dalla costituzione di questo governo potrà riprendere nuova fiducia e speranza anche perché è solo in un Paese economicamente stabile, collocato nel contesto dell’occidente avanzato che la nostra regione potrà trarre le indispensabili condizioni di ripartenza. Da un Italia in ginocchio la Calabria non potrebbe avere nessun beneficio». Da qui l`auspicio e l`ambizione «di poter diventare un motore propulsivo dell’azione politica, rispettando i ruoli e le inclinazioni anche personali ma avendo chiaro l’obiettivo finale che è quello di far diventare il terzo polo la prima forza politica calabrese». A breve i rappresentanti dei quattro partiti torneranno a vedersi e, questa volta, ci saranno pure i parlamentari calabresi che fanno riferimento a quest`area di centro.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x