Ultimo aggiornamento alle 20:11
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Traversa a muso duro contro Sorical

«E` da considerarsi arbitraria ed intollerabile l`azione già posta in essere questa mattina da parte di Sorical, che ha ridotto la fornitura creando disagi in diversi quartieri della città, rischia…

Pubblicato il: 18/11/2011 – 18:33
Traversa a muso duro contro Sorical

«E` da considerarsi arbitraria ed intollerabile l`azione già posta in essere questa mattina da parte di Sorical, che ha ridotto la fornitura creando disagi in diversi quartieri della città, rischiando di incidere anche su servizi pubblici essenziali e causando danni anche per l`incolumità pubblica e la salute dei cittadini». Lo ha sostenuto il sindaco di Catanzaro, Michele Traversa, dopo che la Sorical, in mattinata, aveva ridotto la portata d`acqua ritenendo moroso il Comune. Il primo cittadino pidiellino, quindi, polemizza con la società mista oggi presieduta da Sergio Abramo, già sindaco di centrodestra della città capoluogo. «Un rischio – ha aggiunto Traversa – scongiurato dall`intervento del prefetto di Catanzaro, Antonio Reppucci, che ha dimostrato ancora una volta una grande sensibilità e capacità di azione rispetto alle problematiche che riguardano la città». «Il Comune di Catanzaro – ha sostenuto il sindaco – ha la disponibilità finanziaria e sarebbe pronto a pagare quanto dovuto, se non fosse intervenuto un pignoramento presso terzi da parte della società Seli, creditrice di Sorical, per il quale il giudice ha disposto l`accantonamento delle somme. Al di là della corretta quantificazione delle pretese di Sorical, ancora da chiarire, è quindi materialmente impossibile, per gli uffici comunali, procedere al pagamento dei crediti, essendo state pignorate le somme relative ai crediti maturati e a quelli maturandi. Il dirigente del settore Avvocatura di Palazzo De Nobili, Saverio Molica, ha diffidato formalmente Sorical a garantire la continuità della fornitura idrica, stante la correttezza del comportamento del Comune di Catanzaro». «Da parte del Comune di Catanzaro – ha proseguito Traversa – c`é certamente la disponibilità a riesaminare la questione, anche con una eventuale azione congiunta davanti al Magistrato affinché chiarisca se debba limitare il blocco dei crediti alle somme maturate alla data dell`udienza o debba mantenere il blocco anche a quelle future, secondo il testo del pignoramento, non oggetto di limitazione in sede giudiziale. Una disponibilità, quella del Comune, che deve essere interpretata come segno di particolare diligenza amministrativa e della
volontà di evitare disagi ai cittadini, a fronte di un atteggiamento di Sorical del tutto ingiustificabile».
«Occorre infine ricordare, come ha già chiarito la dirigente del settore Gestione del territorio, Carolina
Ritrovato – ha concluso Traversa – che l`amministrazione comunale ha più volte chiesto chiarimenti a Sorical rispetto alla formulazione delle tariffe dell`acqua potabile, ritenendo che le stesse non fossero conformi alla convenzione stipulata con la Regione, e ha chiesto la riformulazione di alcune fatture
che contemplavano forniture non di competenza dell`ente. E` dunque la presunta morosità da parte del Comune ad essere pretestuosa, perché imputabile soltanto ad una non corretta applicazione dei patti contrattuali tra Regione e Sorical, all`addebito di utenze non comunali, e all`impossibilità di
procedere ai pagamenti sussistendo l`atto di pignoramento».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x