Ultimo aggiornamento alle 8:02
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Inchieste su Palazzo San Giorgio Il Viminale chiede relazione al prefetto

I pesantissimi sviluppi delle inchieste giudiziarie e degli accertamenti amministrativi sulla gestione del Comune di Reggio Calabria hanno indotto il Viminale, a pochi giorni dall`insediamento del …

Pubblicato il: 22/11/2011 – 13:35
Inchieste su Palazzo San Giorgio Il Viminale chiede relazione al prefetto

I pesantissimi sviluppi delle inchieste giudiziarie e degli accertamenti amministrativi sulla gestione del Comune di Reggio Calabria hanno indotto il Viminale, a pochi giorni dall`insediamento del nuovo governo, a un`iniziativa che potrà avere pesanti ripercussioni sul futuro dell`ente.
Il ministero dell`Interno ha infatti sollecitato il prefetto Luigi Varratta a inviare al più presto una dettagliata ed esaustiva relazione su quanto sta emergendo nella maggiore città calabrese.
Il rapporto al capo dell`ufficio territoriale del governo sarebbe stato chiesto anche alla luce delle recenti iniziative dell`autorità giudiziaria che hanno messo in evidenza i legami  tra Palazzo San Giorgio e la `ndrangheta: di fatto “in società” attraverso la gestione condivisa dell`azienda Multiservizi a capitale misto pubblico-privato, con le quote di minoranza che, secondo la magistratura, sarebbero riconducibili alla cosca Tegano di Archi.
L`atto di impulso arrivato dal ministero guidato da Anna Maria Cancellieri, già commissario prefettizio nei comuni di Bologna e Parma, afferirebbe anche alle altre pesantissime ombre che si allungano sul palazzo di città. A cominciare dalla relazione dei consulenti tecnici del ministero dell`Economia, che ha certificato l`esistenza di un disavanzo nel bilancio comunale (cioè una differenza tra entrate e uscite, senza calcolare i debiti già consolidati) di 170 milioni di euro nel quadriennio 2006-2010, in cui era sindaco della città dello Stretto l`attuale presidente della Regione Giuseppe Scopelliti.
Il Viminale, una volta ricevuta la relazione del prefetto di Reggio Calabria, valuterà le iniziative che riterrà necessario e congruo assumere alla luce di quanto sta emergendo e di quanto sarà “cristallizzato” nella nota ufficiale di Varratta. L`impressione è che il “tappo” sia ormai completamente saltato e che il rinnovato clima di severità, imposto all`azione amministrativa dello Stato dall`inizio dell`era Monti, possa condurre a valutazioni molto rigorose sulle prassi adottate al Comune di Reggio Calabria.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb