Ultimo aggiornamento alle 19:17
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Far west a Lamezia Terme

Una raffica di piombo, almeno nove colpi sparati in rapida successione all`ingresso di un bar affollato di clienti. L`obiettivo del killer era Pasquale Saladino, 59 anni, e un passato senza ombre. …

Pubblicato il: 11/12/2011 – 17:55
Far west a Lamezia Terme

Una raffica di piombo, almeno nove colpi sparati in rapida successione all`ingresso di un bar affollato di clienti. L`obiettivo del killer era Pasquale Saladino, 59 anni, e un passato senza ombre. Si trovava appena fuori l`esercizio commerciale, le pallottole lo hanno raggiunto alle gambe e al corpo, ma si è salvato. Due colpi, invece, sono finiti all`interno del bar. Uno ha raggiunto a un piede un ragazzino di appena 14 anni. È la cronaca di una domenica pomeriggio da Far West a Capizzaglie, quartiere periferico di Lamezia Terme già teatro di gravi episodi, l`ultimo neanche un mese fa, il 19 novembre, quando i sicari ferirono un trentaduenne che si trovava alla guida della sua vettura.
Oggi pomeriggio si è tornati a sparare. Erano da poco passate le 16.30. Il bar era affollato di clienti per seguire la domenica calcistica. All`improvviso una serie di colpi di arma da fuoco, almeno nove. Nel bar si cerca riparo. A terra, appena fuori dal locale, in una enorme pozza di sangue, c`è l`operaio Pasquale Saldino. Dentro il quattordicenne urla dal dolore per il proiettile che lo ha raggiunto al piede. I due feriti vengono immediatamente trasportati al pronto soccorso dell`ospedale di Lamezia. Il minore dopo essere stato medicato viene dimesso. Più gravi invece le condizioni di Saladino. Ha perso molto sangue, solo in serata i medici sciolgono la prognosi: sopravviverà.
Sul luogo dell`agguato intervengono i carabinieri. Vengono ascoltati i clienti del bar che si trovavano all`interno nel momento dell`agguato. Nessuno, però, è riuscito a fornire elementi utili alle indagini. Il ferimento di Pasquale Saladino si presenta come un vero e proprio giallo: incensurato, non ha mai avuto legami con la criminalità organizzata locale. Eppure la brutalità dell`agguato ricorda la ferocia assassina dei clan lametini. Gli inquirenti, però, escludono che la sparatoria abbia a che vedere con le cosche della Piana.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x