Ultimo aggiornamento alle 13:37
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Regione, approvato in commissione il Bilancio di previsione 2012

REGGIO CALABRIA Slitta al 30 giugno 2012 la fine del commissariamento di Arssa e Afor. La commissione Bilancio (guidata, in sostituzione di Franco Morelli, dal presidente del Consiglio Franco Talar…

Pubblicato il: 14/12/2011 – 18:22
Regione, approvato in commissione il Bilancio di previsione 2012

REGGIO CALABRIA Slitta al 30 giugno 2012 la fine del commissariamento di Arssa e Afor. La commissione Bilancio (guidata, in sostituzione di Franco Morelli, dal presidente del Consiglio Franco Talarico) ha approvato stasera (con il solo voto contrario dei rappresentanti di Pd e Idv) l`ennesima proroga della fase commissariale dei due enti sub-regionali che sono stati messi in liquidazione già da alcuni anni. Il termine fissato inizialmente per il 31 dicembre è stato spostato in avanti di altri sei mesi. Ora bisogna capire se anche il consiglio regionale (tornerà a riunirsi lunedì e martedì prossimi) manterrà lo stesso orientamento sul futuro di due carrozzoni che finora hanno prodotto pochi risultati concreti e molto sperpero di denaro pubblico.
La discussione, in ogni caso, è stata ridotta al minimo. Tutta colpa di un bilancio praticamente “ingessato” con margini di manovra ristrettissimi e della necessità (per la Regione) di cominciare a liberare risorse fin dai primissimi giorni dell’anno nuovo. Le richieste di dipendenti e fornitori non possono più aspettare. Il bilancio di previsione (approvato maggioranza assieme al bilancio pluriennale 2012-2014, e al collegato alla manovra di finanza regionale per l’anno 2012) movimenterà risorse per 9 miliardi di euro. Di queste solo 800 milioni sono disponibili a fronte degli 870 dello scorso anno. La sforbiciata di 70 milioni è frutto dell’ulteriore taglio ai trasferimenti statali. Ma anche su questa cifra va operata un`ulteriore scrematura a causa di altre spese fisse. La discussione in consiglio regionale, dunque, si limiterà alla modestissima cifra di 60 milioni di euro. Sul fronte della razionalizzazione delle spese regionali vengono fissate rigide procedure per la programmazione della spesa volte a garantire il rispetto del patto di stabilità e il pieno utilizzo dei fondi comunitari. Disposizioni che se non saranno rispettate dai dirigenti determineranno a carico degli stessi sanzioni pecuniarie.
Tra le norme più importanti approvate nel collegato alla manovra finanziaria ci sono un finanziamento per il Museo nazionale di Reggio Calabria per il biennio 2012-2013 pari a undici milioni di euro  a valere sul Por Calabria Fesr 2007/2013; interventi a sostegno del sistema produttivo dell’area di Gioia Tauro; modifiche alla legge sulla fondazione dei “Calabresi nel mondo”; l’istituzione del fondo regionale per le prestazioni socio-sanitarie erogate sul territorio regionale dalle strutture accreditate di competenza del settore politiche sociali, con una dotazione per l’esercizio finanziario 2012 di 15 milioni di euro; l’introduzione della contabilità economico-patrimoniale, estesa ad enti strumentali e aziende della Regione; la rideterminazione di alcuni tipi di imposta; la istituzione dell’Iresa, l’Imposta regionale sulle emissioni sonore degli aeromobili. Inoltre, nel collegato 2012 è prevista l’adozione da parte della giunta regionale del piano dei pagamenti entro il 28 febbraio di ogni anno, allo scopo di render ancora più idoneo lo strumento di verifica della compatibilità della spesa regionale rispetto alle vigenti regole di finanza pubblica.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb