Ultimo aggiornamento alle 13:45
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Traversa avrà 30 giorni per decidere se rimanere sindaco di Catanzaro

CATANZARO Ora che la giunta per le elezioni di Montecitorio ha definitivamente assunto l`orientamento favorevole all`incompatibilità della carica di sindaco con quella di deputato, Michele Traversa…

Pubblicato il: 14/12/2011 – 19:07
Traversa avrà 30 giorni per decidere se rimanere sindaco di Catanzaro

CATANZARO Ora che la giunta per le elezioni di Montecitorio ha definitivamente assunto l`orientamento favorevole all`incompatibilità della carica di sindaco con quella di deputato, Michele Traversa avrà 30 giorni di tempo per decidere quale incarico mantenere. Chiariamo subito che il termine decorrerà dal momento in cui il presidente della Camera, Gianfranco Fini, formalizzerà la richiesta. Per il sindaco di Catanzaro e deputato del Pdl, in ogni caso, si avvicina il momento della grande scelta. Impossibile fare previsioni e la conferma arriva proprio da Traversa: «Cosa farò? Ancora non lo so. Mi riservo di prendere una decisione nell`ultimo giorno utile per farlo». Tuttavia fonti accreditate parlano della volontà di Traversa (che a Roma ha avuto un incontro con il segretario nazionale del Pdl, Angelino Alfano) di lasciare la poltrona di sindaco. Alla base di questa decisione ci sarebbero i vincoli finanziari troppo stretti in cui è costretto a operare il Comune.
È stato «negativo» l`incontro che Traversa mercoledì ha avuto a Roma con i vertici del Pdl, in testa Alfano. Lo stesso sindaco spiega i motivi: «Mi è stato detto che loro non possono incidere sulle singole questioni amministrative della città. Avevo chiesto un aiuto per la grave situazione finanziaria in cui si trova Catanzaro, una situazione che non è vero che è identica per tutte le città italiane, ha una sua peculiarietà. Ora farò un attento esame del complesso stato in cui versa Catanzaro e poi deciderò. Entro la fine dell`anno il nodo sarà sciolto». Ritornando alla questione delle incompatibilità, c`è da dire che nel caso in cui il diretto interessato non opti per una delle due soluzioni, sarà l`Aula di Montecitorio (attraverso un voto) a scegliere la destinazione per i soggetti che ricoprono il doppio incarico istituzionale. «Ora si potranno tenere senza rischi di commissariamento – commenta Donata Lenzi, capogruppo Pd nella giunta per le elezioni di Montecitorio – le elezioni amministrative previste per la prossima primavera ed è comunque importante che la giunta per le elezioni si sia espressa, dando così un segnale di trasparenza ai cittadini». Sullo stessa linea c`è pure Pino Pisicchio (Api) coordinatore del comitato delle incompatibilità della Camera: «La decisione della giunta delle elezioni della Camera di dichiarare l`incompatibilità del mandato parlamentare con quello di sindaco di Comune maggiore, rappresenta un gesto politico di responsabilità che fa sì che il Parlamento torni ad appropriarsi delle sue prerogative».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb