Ultimo aggiornamento alle 17:36
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Crotone, a Livorno terza sconfitta consecutiva

Terza sconfitta consecutiva per il Crotone. Dopo la gara interna con l’Ascoli e la trasferta infruttuosa di Brescia, anche a Livorno i rossoblù escono dal campo a bocca asciutta. Una battuta d’arre…

Pubblicato il: 14/01/2012 – 18:35
Crotone, a Livorno terza sconfitta consecutiva

Terza sconfitta consecutiva per il Crotone. Dopo la gara interna con l’Ascoli e la trasferta infruttuosa di Brescia, anche a Livorno i rossoblù escono dal campo a bocca asciutta. Una battuta d’arresto che brucia sulla pelle degli uomini di Menichini, sia perché consente ai labronici di agganciare in classifica proprio il Crotone a quota 24, sia perché la gara avrebbe potuto avere tutt’altro esito rispetto al 2-1 maturato sul terreno del “Picchi”.
In casa degli amaranto toscani, forse, i calabresi passano in vantaggio troppo presto. Sono trascorsi appena tre minuti: De Giorgio, tornato ai migliori standard di rendimento, se ne va sulla destra e crossa al centro dove è appostato Sansone, che da pochi passi non fallisce. All’8’ lo stesso attaccante rossoblù non riesce a ripetersi. Passata questa fiammata iniziale, però, i pitagorici lasciano spazio all’iniziativa della formazione di casa. Gli uomini di mister Madonna pervengono al pareggio al 24’, quando Paulinho batte Belec al termine di un’azione manovrata condotta assieme a Dionisi.
Il Crotone avrebbe l’opportunità di riportarsi in vantaggio durante i minuti di recupero del primo tempo, quando l’arbitro Baratta assegna un calcio di rigore per una trattenuta di Bernardini ai danni di Abruzzese. Dagli undici metri, però, Ciano fallisce, facendosi parare il tiro dal portiere Bardi.
Al penalty sbagliato dai rossoblù segue, in apertura di ripresa (5’), un’altra massima punizione, questa volta a favore del Livorno. Rigore decretato per uno scontro tra Paulinho e Vinetot, con quest’ultimo che viene espulso. Dionisi non sbaglia e i toscani si portano sul 2-1, che riescono a gestire fino a fine partita, restando anch’essi in dieci per l’infortunio occorso a Pieri dopo che Madonna ha esaurito le sostituzioni a sua disposizione. Nel finale, una conclusione da fuori area di Calil è l’ultima occasione che ha il Crotone per riequilibrare le sorti del match. Ma sulla strada del brasiliano c’è un Bardi in grande spolvero che salva il risultato.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x