Ultimo aggiornamento alle 17:10
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Castagna (Uil): «Un tavolo nazionale per le infrastrutture calabresi»

La Uil calabrese propone, alle istituzioni e alla deputazione calabrese, un tavolo unitario a livello nazionale sulle infrastrutture. «È allarmante il modo in cui il governo nazionale intende rispo…

Pubblicato il: 15/02/2012 – 17:58
Castagna (Uil): «Un tavolo nazionale per le infrastrutture calabresi»

La Uil calabrese propone, alle istituzioni e alla deputazione calabrese, un tavolo unitario a livello nazionale sulle infrastrutture. «È allarmante il modo in cui il governo nazionale intende rispondere ai problemi infrastrutturali che interessano la Calabria» afferma il segretario generale, Roberto Castagna, che parla di «segnali drammatici sul piano dei Trasporti e del perpetuarsi di ingiustizie sul versante infrastrutturale visto che l`inopportuno definanziamento del Ponte sullo Stretto rischia di vedere svanito non solo un progetto di grande rilevanza infrastrutturale quanto anche il miliardo e seicento milioni impegnato nell`opera. La decisione, se dovesse avere seguito, – continua – dimostra come solo in Calabria è possibile fare e disfare in barba ad una deputazione che conta poco o nulla. In Calabria, l`Ad di Rete Italia, può tranquillamente togliere le tratte a lunga percorrenza, tagliare corse, destinare treni e carrozze obsolete, dividere fisicamente il paese, superando, nei fatti, la stessa Lega senza che ciò produca una reazione ferma da parte della politica».
«Ci saremmo aspettati – prosegue Castagna – le dimissioni della deputazione calabrese e non qualche sterile e patetica manifestazione locale che lascia il tempo che trova. Sta di fatto che le tratte a lunga percorrenza non sono state riattivate, né ci sono state risposte positive su ciò che si intende fare per le infrastrutture ferroviarie e stradali visto che la Calabria ha un deficit enorme con il resto del paese. Lo stesso incontro del presidente Scopelliti con il ministro Passera non sembra abbia fatto registrare qualche passo in avanti. Se si continua in questo modo corriamo il rischio di trovarci completamente esclusi da ogni processo di sviluppo visto che il sistema trasporti è strategico per qualsiasi progetto di avanzamento sul piano economico e sociale. Per quanto ci riguarda, come sindacato, – dice Castagna – riteniamo che la Calabria abbia grande bisogno di una classe dirigente unita e coesa al proprio interno. Problemi di questa dimensione richiedono una condivisione del mondo politico, istituzionale e sociale per costruire una larga consapevolezza delle cose da chiedere e delle cose da fare. Fino a quando istituzioni, politica e forze sociali camminano in modo sparso e separato sarà difficile creare le condizioni per un confronto risolutivo sui diversi temi che collocano la Calabria agli ultimi posti. Come Uil – conclude il segretario Castagna – siamo disponibili, unitamente alle altre organizzazioni sindacali, a fare la nostra parte affinché, in modo serio, si possa costruire un tavolo unitario capace di promuovere una proposta da portare sul piano nazionale».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x