Ultimo aggiornamento alle 23:19
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Taglio dei treni, petizione a Reggio

REGGIO CALABRIA Mentre il consiglio regionale snobba il dibattito sui trasporti per privilegiare la difesa del governatore Peppe Scopelliti, le associazioni di cittadini continuano la loro battagli…

Pubblicato il: 21/02/2012 – 13:38
Taglio dei treni, petizione a Reggio

REGGIO CALABRIA Mentre il consiglio regionale snobba il dibattito sui trasporti per privilegiare la difesa del governatore Peppe Scopelliti, le associazioni di cittadini continuano la loro battaglia per la salvaguardia del sistema ferroviario calabrese. È il caso del movimento Sinistra euromediterranea, che questa mattina a Reggio ha presentato i risultati di una petizione che sarà consegnata nei prossimi giorni al presidente della giunta. Le firme sono 4500, raccolte tra pendolari, sindaci, cittadini e sindacati. Una iniziativa messa in atto per sollecitare impegni decisi e concreti da parte delle istituzioni regionali, al fine di evitare il collasso definitivo dei trasporti e delle infrastrutture calabresi. Domenico Gattuso, coordinatore regionale di Sem e docente di pianificazione dei trasporti all’università Mediterranea, ha individuato i punti nevralgici del trasporto su rotaia, tra cui spiccano il degrado della linea jonica, la fragilità degli assi trasversali Paola-Sibari e Lamezia-Catanzaro e l’impoverimento delle linee a scartamento ridotto. Senza contare il numero esiguo di treni attivi in regione. Problemi che si sommano alla soppressione di centinaia di convogli a lunga percorrenza, che negli ultimi mesi hanno determinato un sostanziale isolamento della regione. Sem rivendica il diritto per i calabresi a servizi ferroviari su standard europei, secondo Gattuso «una partita ancora attivabile nella programmazione regionale Por Calabria 2007-2013». Dalla sede dell’associazione culturale “Incontriamoci sempre” (adibita nell’ex stazione di Santa Caterina), vengono snocciolate le richieste che saranno inoltrate al governatore (la delega ai trasporti è una sua competenza) nei prossimi giorni: l’attivazione di 15 nuovi treni regionali, la riqualificazione dell’intera linea jonica, l’intervento sulle trasversali Ionio-Tirreno, il recupero delle Ferrovie calabre nell’area della Piana di Gioia Tauro e il potenziamento del trasporto sullo Stretto. Nella petizione, Sem chiede anche orari coordinati tra i vari mezzi pubblici e soprattutto l’impegno programmatico di privilegiare il trasporto ferroviario rispetto a quello su gomma. «L’obiettivo della petizione – ha detto Tonino Perna, presidente di Sem – è evitare che il diritto alla mobilità dei calabresi venga calpestato». Per farlo – è la convinzione di Gattuso – «servono poche risorse, l’importante è individuare le priorità», che non possono essere il ponte sullo Stretto o l’aeroporto della Sibaritide: «La Calabria sarebbe la sola regione d’Italia ad avere quattro aeroporti, tutto questo mentre quelli di Crotone e Reggio sono a rischio default. Da qui a un anno il governo non erogherà più le sovvenzioni statali, decretando la morte dei due scali». Nel prossimo futuro, Gattuso è convinto di poter raccogliere l’appoggio alla petizione da parte di almeno 100 sindaci calabresi. Oltre al documento, Sem sta lavorando anche a una class action per contestare le scelte del governo e di Mauro Moretti, alla costituzione di un osservatorio per i reclami dei passeggeri e a un servizio informativo sull’attività delle officine Omeca. A tal proposito, Gattuso ricorda: «A Reggio si stanno fabbricando 34 treni per il Veneto e l’Emilia Romagna. Perché mai la Regione Calabria non può procedere allo stesso modo?».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x