Ultimo aggiornamento alle 16:19
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Valle dell`Oliva esclusa dal Piano di bonifica, Talarico interroga la Regione

Il consigliere regionale di Idv Domenico Talarico ha presentato un`interrogazione al presidente della Regione, Giuseppe Scopelliti, e all`assessore regionale all`Ambiente Francesco Pugliano in rela…

Pubblicato il: 02/04/2012 – 20:47
Valle dell`Oliva esclusa dal Piano di bonifica, Talarico interroga la Regione

Il consigliere regionale di Idv Domenico Talarico ha presentato un`interrogazione al presidente della Regione, Giuseppe Scopelliti, e all`assessore regionale all`Ambiente Francesco Pugliano in relazione all`esclusione dal piano stralcio per la bonifica dei siti inquinati e ad alto rischio delle aree intorno al fiume Oliva in provincia di Cosenza. Un tema sollevato dal Comitato “Natale De Grazia” di Amantea – che da anni si batte per comprendere cosa sia successo in questa vallata – e dai Comuni in cui ricade l`area contaminata. «La Regione – è scritto nell`interrogazione – ha predisposto uno stralcio dell`elaborando “Piano regionale di bonifica dei siti inquinati”, stanziando la somma di 45 milioni di euro per la bonifica di alcuni siti inquinati e ad alto rischio ricadenti nel territorio di 17 comuni della Calabria. Tra i comuni individuati nel Piano stralcio non figurano quelli di Amantea, Serra d`Aiello, Aiello Calabro, S. Pietro in Amantea, nei cui territori ricadono i siti inquinati della vallata del fiume Oliva dove sarebbero stati interrati centinaia di migliaia di tonnellate di rifiuti tossici, come risulta dalla rilevazione in loco di sostanze nocive e radioattive. I dati sull`inquinamento relativi alle aree di che trattasi sono suffragati dalle risultanze dei carotaggi effettuati su incarico della Procura della Repubblica di Paola e dai risultati delle analisi chimiche e radiometriche eseguite su campioni di terreno, di acque emerse e di sottosuolo. Tali analisi sono state effettuate da agenzie istituzionali e certificate dall`Ispra che ne ha peraltro diretto i lavori redigendo anche un piano di caratterizzazione. E` assolutamente fondata la protesta dei sindaci del Tirreno cosentino, che, proprio sulla questione, hanno chiesto un incontro urgente presso il Dipartimento regionale Politiche dell`Ambiente, chiedendo che lo stesso si attivi in tempi certi per l`attuazione di interventi di bonifica nelle aree di che trattasi». Talarico, nell`interrogazione, chiede di sapere «quali ragioni hanno indotto il dipartimento regionale Politiche dell`Ambiente a escludere dal Piano di bonifica le aree ricadenti nella vallata del fiume Oliva nel Tirreno cosentino» e «quali azioni si intendono avviare, nel breve periodo, per dare attuazione alla bonifica delle suddette aree».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb

x

x