Ultimo aggiornamento alle 20:19
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Lady Briatore il volto della Calabria nel mondo La Cgil denuncia: «Scelta che offende»

Non può essere il mondo patinato, fatto di crociere in lussuosi yatch e serate a base di ostriche e champagne, l`immagine simbolo della Calabria del mondo. Le donne della Cgil calabrese non ci stan…

Pubblicato il: 18/04/2012 – 13:32
Lady Briatore il volto della Calabria nel mondo La Cgil denuncia: «Scelta che offende»

Non può essere il mondo patinato, fatto di crociere in lussuosi yatch e serate a base di ostriche e champagne, l`immagine simbolo della Calabria del mondo. Le donne della Cgil calabrese non ci stanno ed esprimono un fermo disappunto per il nuovo spot istituzionale della Regione Calabria che, quest`anno, ha deciso di puntare sulla bellezza di lady Briatore. L`affascinante Elisabetta Gregoraci, è infatti, già da giorni sul set di Capo Colonna, impegnata a calarsi nei panni di una guida turistica che mostra i resti di un`antica villa romana. Accanto alla testimonial soveratese, i riflettori saranno puntati, inoltre, su altre bellezze nostrane, dalla show girl crotonese Roberta Morise alle Miss Italia di casa nostra, la reggina Stefania Bivone, che si è aggiudicata il titolo quest`anno, e la cosentina Maria Perrusi, che ha conquistato lo scettro nel 2009.
E il governatore Scopelliti, anche se lo scorso anno prima di partire per la Bit (Borsa internazionale del turismo) di febbraio aveva affermato che «la politica degli spot non serve», ci riprova e questa volta punta sul gentil sesso e sulla bellezza dal sapore tutto mediterraneo. Quindi, neanche il tempo di dimenticare le polemiche scatenate dalle immagini dei Bronzi di Riace in 3D, che trasformati in bulli e giocando al tocco spiegavano al turista se scegliere mare o montagna (costate 50mila euro), che anche il nuovo spot istituzionale della Regione sta già riscontrando giudizi negativi. Infatti, le donne del sindacato non contestano la bellezza di Elisabetta che «è indiscutibile e merita rispetto. È invece sbagliata la scelta della Regione di associare il volto della Gregoraci per rappresentare l`immagine della Calabria nel mondo. Agli occhi del Paese – aggiungono – Elisabetta Gregoraci è la rappresentazione di quel mondo in decomposizione fatto diBillionaire, paillettes, lustrini, yacht e bunga bunga di cui gli italiani e le italiane si sono faticosamente liberati restituendo all`Italia una più sana e autorevole immagine politica e morale, così come le compete». Quello che «è più grave», a loro dire, «è che la Calabria, ha ragioni serie per trovare identificazioni importanti per esportare all`estero la propria migliore immagine» e «che la Regione non abbia saputo individuare un volto più autentico fra le tante bellezze rappresentative di intelligenze e saperi calabresi. Le donne della Cgil denunciano questa scelta che offende la dignità e la coscienza femminile delle donne calabresi». Intanto, in questi giorni, Le Castella e Isola Capo Rizzuto sono prese d`assalto non proprio da turisti interessati alla storia e alla cultura, ma da curiosi e fan attratti dal fisico mozzafiato di Eli.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb

x

x