Ultimo aggiornamento alle 8:22
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

TRAME | Il procuratore Spataro: «La politica mal sopporta l`azione dei magistrati»

LAMEZIA TERME Il rapporto tra politica e magistratura è stato al centro del dibattito di ieri a “Trame”, il festival dei libri di mafie, insieme al ricordo di Peppe D`Avanzo, giornalista di Repubbl…

Pubblicato il: 23/06/2012 – 13:16
TRAME | Il procuratore Spataro: «La politica mal sopporta l`azione dei magistrati»

LAMEZIA TERME Il rapporto tra politica e magistratura è stato al centro del dibattito di ieri a “Trame”, il festival dei libri di mafie, insieme al ricordo di Peppe D`Avanzo, giornalista di Repubblica, e di Ambrogio Mauri, l`imprenditore suicidatosi perché deluso da un sistema giuridico asservito alla politica. «Una politica che mal sopporta un`azione non controllata dalla magistratura, voluta però dalla Costituzione», come ha ricordato il procuratore aggiunto di Milano, Armando Spataro, che nel suo libro, “Ne valeva la pena”, ripercorre trent`anni di storia italiana puntando il dito contro il segreto di Stato, spesso usato per nascondere le responsabilità della classe politica e come scorciatoia per garantire l`impunità ai colpevoli.
«Il giudice – ha sostenuto Spataro – è soggetto solo alla legge e ho voluto raccontare una magistratura che, sia pur con cadute e tentennamenti, ha fatto il suo dovere» nonostante un sistema giudiziario dai tempi così lunghi da essere stato sanzionato dalla Corte europea per i diritti dell`uomo (CEDU) e un numero di avvocati che nella sola capitale è superiore a quello dell`intera Francia». Il sistema giudiziario è stato il tema anche dell`incontro con Leo Sisti che ha descritto «un carrozzone che costa allo Stato l`1% del Pil nazionale collocando l`Italia al 158/mo posto nella classifica Doing Business». Una giustizia spesso mortificata a favore del consenso, come nel caso del calcio, lo sport nazionale «divenuto uno strumento di consenso utilizzato dai presidenti, dagli ultras e anche dalle cosche mafiose» secondo l`inchiesta di Pierfrancesco Turano autore di “Fuori gioco”. A “Trame” anche l`incontro dedicato ai sacerdoti contro le mafie come don Vito Gambardella che ha dichiarato: «La religione non è solo culto, ma se viene staccata dalla vita non ha senso». Impegno per la giustizia e la legalità è un cammino religioso e Don Pino De Masi ha dichiarato di portare sempre con sé, oltre a una copia del Vangelo, anche una della Costituzione.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb