Ultimo aggiornamento alle 11:43
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

L`appello di Pacenza: «I parlamentari calabresi votino contro il taglio delle Province»

CROTONE «Prendo spunto dall`iniziativa intrapresa quest`oggi dal presidente della Provincia di Crotone, Stano Zurlo per estendere il suo invito a tutti i parlamentari calabresi, di ogni colore poli…

Pubblicato il: 27/06/2012 – 15:23
L`appello di Pacenza: «I parlamentari calabresi votino contro il taglio delle Province»

CROTONE «Prendo spunto dall`iniziativa intrapresa quest`oggi dal presidente della Provincia di Crotone, Stano Zurlo per estendere il suo invito a tutti i parlamentari calabresi, di ogni colore politico e grado, a non votare tutti quei provvedimenti volti alla cancellazione delle nostre Province». Lo afferma il presidente del Comitato regionale per la qualità e la fattibilita` delle leggi, Salvatore Pacenza, sui provvedimenti che il governo Monti si appresta a proporre nelle rispettive aule parlamentari nell`ambito della cosiddetta “spending review“. Il varo del decreto è previsto a partire da lunedì e, fra l`altro, ripropone la riduzione delle Province da un minimo di 20 ad un massimo di 42 (dipenderà dal criterio adottato).
«Oggi come l`anno passato – sostiene Pacenza – rinnovo la mia posizione sfavorevole alla soppressione di alcuni Enti intermedi italiani con particolare riferimento a quelli del Sud. I motivi alla base di questa mia visione politico-istituzionale sono molteplici e da rintracciare in un`ottica economica e sociale. La Calabria, infatti, a mio avviso, in questo particolare momento storico sente il bisogno che lo Stato rafforzi la sua presenza sul territorio anche e soprattutto attraverso i suoi presidi istituzionali, di sicurezza e di supporto economico».
«In una terra – prosegue Pacenza – depauperata di ogni ricchezza e velleità produttiva, vessata dalla criminalità organizzata e tenuta a freno dal pesante gap infrastrutturale che registra, le Province di Crotone e Vibo rappresentano un punto di riferimento che, al di là di ogni indebita considerazione, ha fornito in questo ventennio piu` autonomia e raccordo al governo del territorio. Non v`è dubbio che, a questo punto della nostra storia democratica e repubblicana, occorra con urgenza un`incisiva riforma costituzionale per il funzionamento dello Stato e delle sue strutture periferiche. Ma la decisione non può essere affrontata così frettolosamente in ragione di un taglio alla spesa pubblica che in realtà poco inciderebbe numericamente sulle difficoltà di contenimento dei costi della politica. La logica del governo Monti potrebbe ancora una volta andare ad intaccare il cittadino e non la vera sostanza che sottintende i guai economici del`Italia».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x