Ultimo aggiornamento alle 9:43
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Doppio appuntamento in Sila per osservare il cielo e le meraviglie del cosmo

Come nasce l’astronomia? Perché la maggior parte delle popolazioni antiche ad un certo punto della loro evoluzione volgono gli occhi al cielo e iniziano a dividere il cielo in costellazioni?Sono le…

Pubblicato il: 21/08/2012 – 16:28
Doppio appuntamento in Sila per osservare il cielo e le meraviglie del cosmo

Come nasce l’astronomia? Perché la maggior parte delle popolazioni antiche ad un certo punto della loro evoluzione volgono gli occhi al cielo e iniziano a dividere il cielo in costellazioni?
Sono le affascinanti domande alle quali, tra le altre, risponderà “Vaghe stelle della Sila”, coinvolgente appuntamento che ritorna nel cartellone di Transumanze SilaFestival, organizzato dalla Provincia di Cosenza (in programma fino al 2  settembre).
Due, le occasioni per osservare lo spettacolare cielo stellato dell’Altopiano, subito dopo la fine dei concerti previsti in precedenza: giovedì 23 nella stazione ferroviaria di Camigliatello e sabato 25 agosto lungo il lago Arvo di Lorica.
Il fantastico viaggio nel cosmo e nei suoi misteri, tra stelle,  pianeti,  galassie, nebulose sarà  guidato da appartenenti al gruppo astrofili Menkalinan.
Utilizzando telescopi di varia potenza, si partirà dall’individuare la stella polare, già per gli antichi punto di riferimento per la sua peculiarità di indicare sempre il nord, proseguendo con la lettura del cielo coordinata da un narratore che, guidando lo sguardo dei partecipanti con un fascio laser visibile a notevole distanza, descriverà le costellazioni e i miti (in particolare quelli inerenti alla cultura greco-romana) ad esse correlati, senza trascurare gli elementari aspetti riguardanti le leggi che regolano i movimenti degli astri.
Verranno dunque presentate le costellazioni, comprese, naturalmente, quelle zodiacali, spiegando la loro origine, la composizione, i nomi delle stelle che ne fanno parte e le loro caratteristiche principali. Contemporaneamente saranno mostrate, attraverso gli strumenti ottici, nebulose, ammassi stellari e pianeti, in contemporanea alla spiegazione delle  più svariate curiosità proposte dai partecipanti, veri protagonisti dell’evento.
Durante tutta la serata sarà possibile osservare la superficie del nostro satellite naturale, la luna e Giove con le sue lune, scoperte per la prima volta da Galileo Galilei che le dedicò alla famiglia dei medici.
Il viaggio si concluderà osservando stelle doppie e oggetti del cielo profondo come la galassia di Andromeda, il doppio ammasso in Perseo, la nebulosa anello, il grande ammasso M13.
Info al 340 8577498.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x