Ultimo aggiornamento alle 23:06
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Il bando sul turismo finisce in tribunale

REGGIO CALABRIA «È stato conferito allo studio legale Gualtieri – Verbaro di Catanzaro l’incarico di rappresentare in giudizio le imprese del settore turistico che hanno deciso di ricorrere al Tar …

Pubblicato il: 25/09/2012 – 16:40
Il bando sul turismo finisce in tribunale

REGGIO CALABRIA «È stato conferito allo studio legale Gualtieri – Verbaro di Catanzaro l’incarico di rappresentare in giudizio le imprese del settore turistico che hanno deciso di ricorrere al Tar avverso la revoca della graduatoria sull’ampliamento e il miglioramento delle strutture ricettive esistenti. Un intervento che la Regione Calabria ha annullato dopo la conclusione del relativo iter». Questa la nota dell`associazione degli industriali reggini con la quale si annuncia l`avvio di un contenzioso con la Regione per tutelare i diritti delle aziende inserite in graduatoria del bando “Nuova Attività Ricettività” e bando prima sospeso, poi annullato e, infine, riformulato.Insomma, un pastrocchio che come Corriere avevamo anche denunciato, e che ha portato gli imprenditori reggini a passare alle vie di fatto. «Le aziende che erano state ammesse al finanziamento – spiega Confindustria Reggio –, come già annunciato nelle scorse settimane, hanno dunque inteso adire la giustizia amministrativa. Gli imprenditori del settore turistico, in questo modo, non solo intendono tutelare un loro diritto, ma anche avere ristoro del danno ingiusto che ritengono di aver subìto in seguito alla revoca della graduatoria».E a questo proposito la Confindustria reggina ricorda che «diversi operatori del settore avevano già iniziato a svolgere i lavori previsti dal bando facendo affidamento sulla pubblicazione della graduatoria». Oltre al danno la beffa visto che gli imprenditori «considerano inaccettabile l’utilizzo degli stessi fondi per il finanziamento di un altro bando regionale di contenuto pressoché analogo». Da qui «la decisione di rivolgersi al Tar». Una scelta che Confindustria indica come «giunta al termine di una approfondita riflessione, rafforzata dai pareri univoci di numerosi esperti di diritto amministrativo e di programmazione comunitaria».Non è escluso che dopo la decisione degli imprenditori reggini molte altre aziende dell`intero territorio regionale non decidano di seguire la stessa strada. Così il rischio concreto potrebbe essere quello che dopo il blocco delle risorse comunitarie destinate al potenziamento dell`offerta turistica si possa assistere alla perdita di altri fondi per sanare le inefficienze della burocrazia regionale. Con buona pace dello sviluppo del comparto.to.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x