Ultimo aggiornamento alle 22:12
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Rigassificatore, "si" convinto di Confindustria

REGGIO CALABRIA Gli industriali calabresi si schierano a favore della realizzazione del rigassificatore di Gioia Tauro. È quanto emerge dalla nota diramata dal presidente di Confindustria Reggio Ca…

Pubblicato il: 05/03/2013 – 18:41
Rigassificatore, "si" convinto di Confindustria

REGGIO CALABRIA Gli industriali calabresi si schierano a favore della realizzazione del rigassificatore di Gioia Tauro. È quanto emerge dalla nota diramata dal presidente di Confindustria Reggio Calabria, Andrea Cuzzocrea, delegato dai vertici regionali dell`associazione a curare gli sviluppi dell`opera. Secondo l`esponente confindustriale, l`avvio dei lavori – che prevedono un investimento del valore complessivo di 1,2 miliardi – «darà una boccata d’ossigeno all’economia del nostro territorio». Per Cuzzocrea, «è inutile continuare ad avvitarsi nella sterile discussione sull’opportunità o meno di costruire l’impianto: il rigassificatore, previsto dal vigente Piano energetico regionale, si farà in ogni caso, in forza di un procedimento autorizzatorio avviato nel 2010 e concluso un anno fa con un apposito decreto interministeriale. Tutte le amministrazioni interessate hanno dato il loro “via libera”: il dibattito in merito all’opportunità di dare seguito al progetto, pertanto, rischia di essere fuorviante e di alimentare solo confusione e incertezza che non hanno ragion d’essere». Per questo, secondo Cuzzocrea, «la riunione di domani del Comitato portuale, chiamato a pronunciarsi in merito alla concessione dell’area demaniale su cui sorgerà l’insediamento, si configura come una sorta di “passaggio formale”, non certo in grado di rimettere in discussione quanto già stabilito all’esito di un lungo e costoso iter burocratico». Inoltre Cuzzocrea critica l’esistenza «di un partito del “no ad ogni costo”, del “no a tutto”. Un fronte trasversale che, in questo come in altri casi, si prefigge l’unico obiettivo di paralizzare qualsiasi investimento e condannare così il nostro territorio e la nostra economia a una condizione strutturale e irreversibile di sottosviluppo». Viceversa, secondo il presidente di Confindustria Reggio, «un’opportunità del genere sul nostro territorio avrebbe ricadute eccezionali». In particolare Cuzzocrea afferma che «l’impianto di Lng rappresenta dunque un’opportunità straordinaria per noi anche perché fino all’anno di entrata in esercizio, il 2019, saranno impegnate nei cantieri oltre 600 maestranze con picchi di mille posti di lavoro. A tal fine nei prossimi giorni incontrerò i vertici della società che ha progettato l’impianto e chiederò formalmente di appaltare i lavori ad imprese di questa provincia: sarebbe un modo per aiutare un tessuto economico-produttivo in forte difficoltà, che attende speranzoso l’arrivo di capitali e investitori di questo profilo».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x