Ultimo aggiornamento alle 8:22
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Firmata l`intesa per l`ingresso dei giornalisti a Palazzo Campanella

REGGIO CALABRIA Firmato il protocollo d’intesa che regolamenta gli ingressi dei giornalisti in consiglio regionale. La convenzione – sottoscritta da Fnsi, presidenza del Consiglio e Ordine dei gior…

Pubblicato il: 30/04/2013 – 13:17
Firmata l`intesa per l`ingresso dei giornalisti a Palazzo Campanella

REGGIO CALABRIA Firmato il protocollo d’intesa che regolamenta gli ingressi dei giornalisti in consiglio regionale. La convenzione – sottoscritta da Fnsi, presidenza del Consiglio e Ordine dei giornalisti – è stata siglata questa mattina a Palazzo Campanella. Il nuovo accordo ha un obiettivo specifico: regolamentare il rapporto dei giornalisti parlamentari all’interno dell’istituzione regionale e al tempo stesso favorire quelle testate e quei professionisti che rispettano le regole basilari della contrattazione nazionale. Un giro di vite, insomma, nei confronti degli operatori dell’informazione “improvvisati” o abusivi.
Di certo, un`organizzazione più stringente che potrebbe anche ridurre i margini di manovra dei giornalisti impegnati nel racconto quotidiano della politica regionale. Una possibilità che gli estensori del protocollo d’intesa sentono di escludere, convinti che il nuovo regolamento sia invece – per dirla con le parole del presidente del Consiglio Franco Talarico – uno strumento per «nobilitare i giornalisti», in virtù di un nuovo rapporto «basato sul rispetto reciproco: solo così è possibile dare la migliore informazione ai calabresi».
Nessun oscurantismo, dunque, perché Palazzo Campanella «è una casa di vetro», dove «chi entra deve avere le caratteristiche per ben informare».
Alla notizia della sottoscrizione dell’accordo, non sono mancate osservazioni di segno opposto. Solo poche settimane fa, il Consiglio aveva affrontato in maniera singolare le “incursioni” delle telecamere di Report, diramando una circolare – firmata dal segretario generale Nicola Lopez – nella quale ai dipendenti venivano posti vincoli specifici nel loro rapporto con i giornalisti. L’obbligo era “bocche cucite” per tutti, insomma. Ma l’idea di un protocollo di regolamentazione era stata comunque elaborata mesi prima, grazie alla collaborazione tra il capo ufficio stampa del Consiglio, Romano Pitaro, e il segretario regionale del Sindacato dei giornalisti calabresi, Carlo Parisi. È stato proprio quest’ultimo a ribadire la bontà dell’accordo, sottolineando come con il nuovo atto Palazzo Campanella segni «un passo fondamentale nella storia del giornalismo italiano». Parisi è convinto che per proteggere la professione servano regole precise, che devono essere rispettate innanzitutto dalle istituzioni. Il consiglio regionale non può insomma aprire le porte a quei giornali che sfruttano cronisti senza contratto e senza forme di previdenza, così come la Regione «non può dare contributi a testate che non hanno giornalisti». E lo stesso vale per la controversa pubblicità istituzionale, in Calabria troppo spesso usata per favorire giornali amici, a prescindere dal loro effettivo rispetto delle norme che regolano la professione.
Il protocollo va proprio in questa direzione: gli accrediti per l’accesso a sala e tribuna stampa saranno concessi solo a testate regolarmente registrate e «con in organico almeno un giornalista assunto con contratto nazionale di lavoro giornalistico».
Soddisfatto anche Giovanni Rossi, presidente nazionale Fnsi, secondo cui la convenzione «si inserisce nel tentativo di fare delle regole la migliore garanzia per la professione». Il protocollo, inoltre, non ha «esperienze analoghe in altre regioni italiane» e può rappresentare una «base di confronto» per intraprendere un percorso simile con le Conferenze dei presidenti di giunta e consigli regionali di tutta Italia. Apprezzamento anche da parte di Giuseppe Soluri, presidente dell’Ordine calabrese, convinto che l’intesa «agevoli i giornalisti evitando una confusione che danneggia tutti». (0050)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb