Ultimo aggiornamento alle 14:03
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Bronzi di Riace, ritrovata una ciglia della statua “B”: era abbandonata nello scantinato del Museo

REGGIO CALABRIA La ciglia di uno dei due Bronzi di Riace è stata ritrovata in una cassettina che era stata lasciata nello scantinato del Museo di Reggio Calabria, in corso di ristrutturazione ormai…

Pubblicato il: 23/10/2013 – 11:36
Bronzi di Riace, ritrovata una ciglia della statua “B”: era abbandonata nello scantinato del Museo

REGGIO CALABRIA La ciglia di uno dei due Bronzi di Riace è stata ritrovata in una cassettina che era stata lasciata nello scantinato del Museo di Reggio Calabria, in corso di ristrutturazione ormai da diverso tempo. La notizia è stata pubblicata stamane dalla Gazzetta del Sud. Al momento del ritrovamento delle due statue, avvenuto nel 1972 nella acque di Riace, alcuni piccoli oggetti furono sistemati in una piccola cassetta in attesa che i Bronzi venissero restaurati a Firenze. La cassetta era stata lasciata nello scantinato del Museo di Reggio Calabria in attesa che le due statue facessero ritorno, ma in realtà è stata poi dimenticata perchè gli oggetti non sono stati mai sistemati sulle statue.
Ora, nel corso dei lavori di sistemazione del Museo, la cassetta è riaffiorata, così come anche il suo contenuto. Gli oggetti, tra cui le ciglia superiori della statua indicata con la lettera “B” ed una piccola placca in rame, sono stati consegnati agli esperti che stanno lavorando al restauro nella sede del Consiglio regionale della Calabria dove i Bronzi sono stati sistemati dopo la chiusura del Museo. Le ciglia sono state immediatamente attaccate alla statua, così come la placca in rame.
Nel corso del restauro delle due statue è emerso anche che gli occhi non sarebbero di avorio, come si era pensato fino ad ora, ma in pietra, forse di marmo. Due studiosi restauratori, Paola Donati, dell`Istituto superiore centrale del restauro, e Cosimo Schepis, della Soprintendenza di Reggio Calabria, osservando al microscopio gli occhi si sono accorti che la superficie risultava microcristallina ed in più, al tatto, apparivano freddi. Sono state quindi effettuate altre indagini dalle quali è emerso che si tratta di pietra, e ora bisognerà stabilire di quale tipo.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb