Ultimo aggiornamento alle 13:01
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Precari, Castagna: la disponibilità del governo nazionale per la Calabria è insufficiente

CATANZARO «Per i precari calabresi la disponibilità del governo nazionale è insufficiente. Buono il sub emendamento preparato da Sposetti e Lo Moro del Pd». A dichiararlo è il segretario della Uil …

Pubblicato il: 24/11/2013 – 16:04
Precari, Castagna: la disponibilità del governo nazionale per la Calabria è insufficiente

CATANZARO «Per i precari calabresi la disponibilità del governo nazionale è insufficiente. Buono il sub emendamento preparato da Sposetti e Lo Moro del Pd». A dichiararlo è il segretario della Uil calabrese, Roberto Castagna. «C`è – aggiunge – una situazione calabrese oramai al limite del collasso economico e sociale. Siamo davanti al rischio di una rottura sociale senza precedenti. Da una parte premono circa 300mila persone senza lavoro, 200mila con un rapporto di lavoro precario, 100mila che fruiscono di ammortizzatori ordinari, circa 30mila precari da molti anni e 25 mila cassaintegrati e mobilità in deroga senza futuro, dall`altra una situazione economica e sociale da dopo guerra senza programmi e progetti capaci di creare crescita e sviluppo. Una situazione del genere richiede una classe dirigente coesa e capace di mettere in campo progetti e azioni di carattere straordinario. Purtroppo, però, non ci sono segnali forti che vanno in questa direzione e la Calabria si presenta disarticolata anche all`appuntamento sulla legge di stabilità». «Sulla questione del precariato, all`apprezzabile, anche se parziale, richiesta – prosegue Castagna – di una maggiore quantità di risorse da parte del Presidente della Regione Calabria, si aggiunge la buona iniziativa dei senatori Sposetti e Lo Moro del Pd che puntano ad un emendamento che prevede, per gli Enti pubblici, l`autorizzazione ad assumere i lavoratori lsu-lpu, anche in posizioni soprannumerarie, con contratto a tempo indeterminato almeno per 26 ore settimanali; la possibilità di creare le condizioni per il pensionamento per i lavoratori al disopra dei 60 anni; il concorso per titoli ed esami per nuove assunzioni e 40 milioni per il 2014 e 30 milioni per il 2015, per la stabilizzazione. Auspico che questa posizione sia sostenuta da tutta la deputazione calabrese». «La disponibilità del governo Letta – conclude – di aggiungere 10 milioni di euro ai 100 milioni già previsti per Campania e Sicilia al fine di inserire anche la Calabria è insufficiente. Spero che ci sia una forte convergenza sull`obiettivo di stabilizzazione di una parte considerevole del precariato calabrese e, quindi, di sostegno alla proposta Sposetti-Lo Moro. Una risposta positiva». (0050)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x