Ultimo aggiornamento alle 12:37
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Autolinee private, in arrivo mille licenziamenti e servizi ridotti del 40%

CATANZARO Circa mille posti di lavoro a rischio e la riduzione di circa il 40% dei servizi di trasporto pubblico locale nella regione. E’ l’allarme che lancia l’Anav, l’associazione …

Pubblicato il: 12/08/2014 – 15:24
Autolinee private, in arrivo mille licenziamenti e servizi ridotti del 40%

CATANZARO Circa mille posti di lavoro a rischio e la riduzione di circa il 40% dei servizi di trasporto pubblico locale nella regione. E’ l’allarme che lancia l’Anav, l’associazione che riunisce le imprese di trasporto pubblico locale in una lettera inviata alla presidente facente funzioni della Regione, Antonella Stasi, all’assessore regionale ai trasporti Luigi Fedele, ai prefetti, ai sindacati e ai sindaci della regione. Nella missiva, il presidente dell’associazione Emilio Bernardo Romano, chiede «un intervento che possa scongiurare conseguenze drammatiche per il settore». «Preso atto del contenuto della delibera di Giunta regionale n.316 del 28 luglio 2014 – afferma Romano – che prevede nel periodo settembre-dicembre 2014, la riduzione dei servizi in funzione della mancanza di copertura finanziaria per il settore, chiediamo che vengano immediatamente reperite le risorse necessarie ad evitare ulteriori drastici tagli, insostenibili per l’utenza, per le aziende e per i lavoratori del comparto». Romano, nella lettera, precisa inoltre che «permanendo tale situazione dal primo settembre 2014 le aziende si atterranno ai programmi di esercizio previsti nella delibera e, conseguentemente, procederanno senza indugi ai relativi licenziamenti dei lavoratori in esubero. Il mancato reintegro delle risorse e quindi il permanere dei tagli ai servizi, la cui attuazione peraltro coinciderebbe con l’avvio dell’anno scolastico, comporterebbe non solo la negazione del diritto alla mobilità dei calabresi, ma anche un taglio dell’occupazione quantificabile in circa 1000 unità». L’Anav invita la Regione «ad erogare immediatamente tutti gli arretrati spettanti alle aziende, che solo per gli ultimi cinque anni ammontano a circa 80 milioni di euro, somme totalmente anticipate dalle medesime aziende attraverso il ricorso all’indebitamento bancario. La mancanza di tali erogazioni, abbinata ai pesanti tagli nei servizi sino ad oggi sopportati dalle aziende (senza peraltro attuare alcuna riduzione di personale), rischia infatti di provocare il fallimento delle imprese di trasporto e il default del comparto». L’associazione, inoltre, si è rivolta anche ai sindacati, ai quali chiede un incontro entro il 21 agosto.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x