Ultimo aggiornamento alle 15:30
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

Pioggia di milioni per "Garanzia giovani"

CATANZARO «Tra quarantacinque giorni prenderà il via il progetto “Garanzia giovani”». Ad annunciarlo è stato, in conferenza stampa, Carlo Guccione, assessore regionale al Lavoro e alle Politic…

Pubblicato il: 06/02/2015 – 14:05
Pioggia di milioni per "Garanzia giovani"

CATANZARO «Tra quarantacinque giorni prenderà il via il progetto “Garanzia giovani”». Ad annunciarlo è stato, in conferenza stampa, Carlo Guccione, assessore regionale al Lavoro e alle Politiche sociali che questa mattina a Palazzo Alemanni ha illustrato la versione calabrese del progetto nazionale rivolto alla formazione e alla creazione di opportunità d’inserimento nel mercato del lavoro per i giovani tra 15 e 30 anni. «La misura – ha spiegato Guccione – prevede un intervento di 111 milioni di euro, 67 a carico del governo nazionale, 44 messi a disposizione dalla Regione Calabria, per dare la possibilità a 49 mila giovani calabresi che non studiano o non lavorano di formarsi e accedere al mercato del lavoro. È uno strumento in cui credo molto e s’inserisce in un progetto più ampio di misure rivolte a creare sviluppo economico partendo proprio dall’occupazione. Con “Garanzia giovani”, saremo in grado di dare risposte concrete non solo dal punto di vista della formazione, ma anche da quello strettamente occupazionale. Per farlo, abbiamo quindi previsto una fase di informazione in cui dovremo far conoscere la misura ai potenziali interessati, perché a fronte di una disponibilità, come detto, per 49 mila fruitori, al 31 gennaio scorso sono soltanto poco più di 17 mila le domande pervenute».

Il piano, si articolerà con la collaborazione dei centri per l’impiego, le università e alcune società private che hanno dato la propria disponibilità ad accompagnare chi farà domanda di accesso a “Garanzia “giovani, nelle possibilità offerte in tema di formazione, apprendistato, ricerca e auto imprenditorialità. Inoltre, sarà possibile avviare processi formativi anche al di fuori dei confini regionali e nazionali: i fondi di “Garanzia giovani”, infatti, permetteranno agli assegnatari di coprire le spese sostenute per viaggi e alloggi in Italia e all’estero. Partner tecnico dell’iniziativa, sarò Italia Lavoro, con cui è previsto un incontro nella prossima settimana: «Giovedì prossimo – ha spiegato Guccione – ci vedremo con i responsabili di Italia Lavoro per definire gli ultimi dettagli, dopodiché potremo partire con l’attività informativa sul territorio e tra circa un mese e mezzo saremo pronti per pubblicare i primi bandi. Ci tengo a sottolineare, inoltre, che non si tratterà di uno strumento che, una volta definito, sarà lasciato al suo corso, ma sarà oggetto di monitoraggi trimestrali che ci permetteranno di calibrare al meglio l’offerta proprio in base alle richieste che ci perverranno. Sarà quindi il modo per rispondere concretamente alle esigenze dei giovani e del mercato del lavoro stesso».

Entusiasta della misura anche Mario Oliverio, anch’egli oggi presente a Palazzo Alemanni al fianco di Guccione: «In Calabria viviamo una situazione difficile e il cuore di questa situazione grave è proprio la disoccupazione, ancor di più quella giovanile e femminile, ecco perché abbiamo intenzione di aggredire il problema con misure immediate e serie: “Garanzia giovani” è solo la prima tra queste, ma già permette di dare in mano ai calabresi strumenti importanti a cui dovranno far seguito le collaborazioni con tutto il tessuto sociale ed economico come le università, le imprese e le associazioni. Vogliamo dare così vita ad un “Progetto Lavoro”, finanziato grazie al Fondo sociale europeo 2014-2020, che sia fatto di politiche attive sul territorio, non di mera distribuzione di fondi, con cui offrire strumenti e controllare che essi siano efficaci ed efficienti. Come un agricoltore che ara il terreno, semina e poi innaffia, la Regione deve seguire in tutte le fasi i suoi progetti e operare affinché si arrivi agli obiettivi prefissati, solo così potremo cambiare verso alla Calabria. Su “Garanzia giovani” c’è da recuperare un ritardo e sono sicuro che lo faremo. In questi anni, abbiamo lasciato i nostri giovani nella solitudine, ma ora le cose saranno diverse e la situazione difficile sarà affrontata con determinazione».

Proprio in tema di lavoro, Oliverio ha poi aggiunto che giovedì, a Roma, incontrerà il ministro Poletti per discutere di ammortizzatori sociali e cassa integrazione: «Come abbiamo già fatto per le pendenze del 2013, vogliamo chiudere al più presto la partita sugli arretrati del 2014, in modo da ristabilire l’equità e i diritti di chi dovrebbe accedere alla cassa integrazione, ma non riceve sostegno».

In ultimo, lo stesso Oliverio, sulla pianificazione dei fondi europei 2014-2020 ha tenuto a precisare che «le notizie relative alla mancata programmazione da parte della Regione Calabria, fanno riferimento ad una lettera antecedente alla data del mio insediamento (16 dicembre scorso, ndr): posso assicurarvi che abbiamo risolto la questione, sebbene il ritardo a cui siamo stati costretti, ci porterà a perdere un anno di programmazione».

 

Alessandro Tarantino

redazione@corrierecal.it

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x