Ultimo aggiornamento alle 21:27
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

SANITÀ | Battaglia: il governo non può più tergiversare

«La sanità calabrese ha bisogno di una guida forte con obiettivi chiari e definiti per uscire definitivamente dalla palude, nella quale è stata risucchiata in questi anni. La nomina immediata del c…

Pubblicato il: 23/02/2015 – 13:47
SANITÀ | Battaglia: il governo non può più tergiversare

«La sanità calabrese ha bisogno di una guida forte con obiettivi chiari e definiti per uscire definitivamente dalla palude, nella quale è stata risucchiata in questi anni. La nomina immediata del commissario è condizione imprescindibile di un percorso che porti definitivamente la Regione fuori dall’emergenza e dalla straordinarietà». È quanto afferma in una nota il deputato del Pd Demetrio Battaglia.
«Il governo – prosegue il parlamentare – non può più tergiversare. Il candidato naturale a guidare il processo di ritorno alla normalità e alla qualità della sanità è il presidente della Regione e questo rappresenta un diritto e contemporaneamente un dovere non trattabile politicamente. Se invece esistono impedimenti di natura tecnica, con limpidezza devono essere espressi, senza aggrovigliarsi in ragionamenti che rischiano di fare perdere tempo e di creare discussioni, diffidenze, dubbi e delegittimazioni politiche. Esistono pareri giuridici che vanno in una direzione positiva. Palazzo Chigi e i ministeri collegati e competenti, hanno uno stuolo di super esperti giuridici che provengono dai ruoli del Consiglio di Stato, della Corte dei conti, dall’avvocatura generale per esprimere un parere che non sia pro-amicizia o pro-inimicizia ma neutro e oggettivo e quindi pro-veritate».
«Se non esistono barriere giuridiche – aggiunge Battaglia – si nomini subito il presidente della giunta commissario, se esistono montagne invalicabili sul piano tecnico si nomini comunque subito un commissario che lavori insieme al governo regionale per affrontare tutte le questioni della sanità. Il tempo è scaduto, il disavanzo incomincia a correre e l’ offerta sanitaria non migliora. È chiaro, poi, che la sola nomina del commissario – conclude il deputato del Pd – non è la soluzione dei problemi, questa dovrà essere accompagnata da scelte strategiche e coraggiose, dalla maggioranza regionale, sul piano dei programmi e nell’individuazione degli uomini che sul territorio dovranno governare ed attuare la politica sanitaria. Uomini che oltre ad avere eccezionale professionalità dovranno essere ed apparire in netta rottura con il passato, ma di questo il presidente Oliverio ha consapevolezza ed ha la necessaria capacità, esperienza e autorevolezza per innescare un meccanismo virtuoso e coinvolgente capace di allineare, finalmente la Calabria al resto del paese».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x