Ultimo aggiornamento alle 18:18
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Garanzia giovani, «mille assunzioni nella gestione dei rifiuti»

LAMEZIA TERME È stato firmato questa mattina a Lamezia Terme un protocollo di intesa tra Regione e Unindustria, che fa parte del programma rivolto all’ampliamento dell’occupazione giovanile “Garanz…

Pubblicato il: 05/05/2015 – 13:19
Garanzia giovani, «mille assunzioni nella gestione dei rifiuti»

LAMEZIA TERME È stato firmato questa mattina a Lamezia Terme un protocollo di intesa tra Regione e Unindustria, che fa parte del programma rivolto all’ampliamento dell’occupazione giovanile “Garanzia giovani”. Il documento è stato siglato dal presidente della Regione Mario Oliverio, dall’assessore regionale al Lavoro Carlo Guccione e, per l’Unione degli industriali, dal presidente regionale Natale Mazzuca.
Due le “sfide” che si propongono i due organismi, con esito tutto da definire: quella di tentare di risolvere i problemi occupazionali della regione e, contemporaneamente, quella di gestire l’emergenza ambientale e, dunque, i problemi di conferimento, incrementando una percentuale di differenziata che – paragonate con le medie nazionali ed europee – rimane irrisoria.
Non si parla di aspetti diversi, ma della stessa cosa, infatti proprio nel settore ambiente e ciclo dei rifiuti si dispiegherà la corsa dei 29.665 giovani iscritti, che ha come traguardo ultimo una delle 4888 aziende registrate, e che è stato “ufficializzato” di recente con una delibera approvata in giunta. Adesioni importanti cui, però, si risponderà in percentuale, infatti i tirocini che verranno attivati – secondo quanto affermato dall’assessore al Lavoro – saranno 1200, 1000 le assunzioni. Rimane, tuttavia, «l’impegno – ha detto ancora Guccione – di raddoppiare il numero delle assunzioni, per mezzo del progetto che riguarda la raccolta differenziata cui stiamo lavorando assieme a Unindustria».
“Speranze” anche per i laureati degli atenei calabresi: a loro, infatti, la firma di una convenzione tra Regione e rettori che dovrebbe avvenire nelle prossime settimane, potrebbe permettere, sempre tramite l’inserimento nel programma, di accedere a dottorati e apprendistati.
Altro aspetto è quello della gestione dei fondi comunitari: «Vogliamo mettere a fuoco – ha detto ancora Guccione – un progetto strategico per l’occupazione, che contemporaneamente possa essere ancorato alla programmazione dei fondi comunitari».
Un principio ribadito anche dal presidente degli industriali Mazzuca, per il quale è necessaria «una buona gestione dei fondi provenienti dall’Ue», da unire a «un’incremento della percentuale di unità che accederanno al programma, per far crescere in maniera concreta le prospettive occupazionali in una regione che, tuttora, è maglia nera».
Chiusura dei lavori affidata a Mario Oliverio, che ha ribadito la necessità di «avviare una collaborazione con enti locali e amministrazioni», anticipando il possibile Piano dei rifiuti che, ha assicurato il governatore, sarà presentato nei prossimi giorni, e che prevederà «la raccolta differenziata in tutti i Comuni della Calabria. Si tratta di azioni concrete – ha detto – per far fronte a una situazione al collasso che ha visto la Regione multata dalla Ue per il conferimento dei rifiuti e per la cattiva depurazione. Bisogna tuttavia – ha concluso – dare tempo al tempo: non si può partire da zero e non si possono scegliere cose e persone daccapo, ma costruire sulle macerie con azioni concrete».

 

Zaira Bartucca
z.bartucca@corrierecal.it

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x