Ultimo aggiornamento alle 23:01
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Il trionfo di "Anime Nere" ai David 2015

ROMA Trionfo di Anime Nere, il film di Francesco Munzi, ai David 2015. Nove statuette (di cui tre importantissime: film, regia e sceneggiatura) per il film che è un viaggio nel cuore della ‘nd…

Pubblicato il: 12/06/2015 – 20:04
Il trionfo di "Anime Nere" ai David 2015

ROMA Trionfo di Anime Nere, il film di Francesco Munzi, ai David 2015. Nove statuette (di cui tre importantissime: film, regia e sceneggiatura) per il film che è un viaggio nel cuore della ‘ndrangheta, nel buco nero della Calabria, precisamente ad Africo. Il film racconta in una prospettiva originale la matrice di certa cultura criminale legata al territorio e, soprattutto, alla famiglia, alla tragedia, alle divinità della natura. La pellicola è tratta dal libro di Gioacchino Criaco e interpretato da Fabrizio Ferracane, Marco Leonardi, Peppino Mazzotta, Giuseppe Fumo, Barbora Bobulova. 

Sul palco del Teatro Olimpico, a cerimonia dei David appena finita, con la vittoria per il suo Anime nere di nove statuette comprese quelle per miglior film e regia, Francesco Munzi è incredulo e felice. «Sono contento per il numero di premi perché va a premiare quello che e’ stato un vero lavoro collettivo» spiega e ricorda quanto sia stato difficile riuscire a partire con il progetto. «Mi stavo scoraggiando, ma poi ho incontrato Gianni Amelio, un regista che con il suo cinema sociale è stato sempre un punto di riferimento, sono cresciuto con i suoi film, e lui mi ha dato un consiglio utilissimo – racconta -. Mi ha detto che dovevo essere come una pallina da ping pong che rimbalza contro il muro, tornare a insistere e insistere fino a riuscire a fare il mio film. Ho seguito il suo consiglio e aveva ragione». Il cineasta che porta a casa i David per film, regia, produttori (Cinemaundici, Babe Films, Palomar e Rai Cinema), sceneggiatura, fotografia, musica, canzone originale, montaggio e fonico di presa diretta è rimasto sorpreso soprattutto del David come miglior film: «Tant’è che dopo quello come miglior regista mi ero rilassato, la battaglia era durissima in quella cinquina».

Munzi, nei ringraziamenti non ha dimenticato la Calabria, ambientazione della storia: «Ieri un quotidiano calabro ha titolato ‘La Calabria vuole il podio… siamo lieti di averli accontentati» dice sorridendo. Continuare a parlare dell’influenza delle organizzazioni criminali sulla vita della gente, come ”ho fatto in Anime nere, è importante, e soprattutto se lo si fa in modo corretto. Io ho scelto le storie delle persone, perché così si sbaglia meno». Il regista è molto contento anche del successo che sta riscuotendo all’estero il film: «È già stato venduto in 25 Paesi e sta uscendo anche in posti che non ti aspetti, come gli Stati Uniti». Ora «mi godo un po’ questo successo ma non bisogna fare troppo le cicale, inizierò presto a pensare al prossimo progetto».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x