Ultimo aggiornamento alle 13:36
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 5 minuti
Cambia colore:
 

Cosenza saluta il nuovo vescovo

COSENZA Un benvenuto caloroso e sincero affinché l’arrivo del nuovo arcivescovo della dell’arcidiocesi di Cosenza-Bisognano sia foriero di speranza. Così tutte le istituzioni hanno accolto monsigno…

Pubblicato il: 04/07/2015 – 16:16
Cosenza saluta il nuovo vescovo

COSENZA Un benvenuto caloroso e sincero affinché l’arrivo del nuovo arcivescovo della dell’arcidiocesi di Cosenza-Bisognano sia foriero di speranza. Così tutte le istituzioni hanno accolto monsignor Francesco Nolè, da oggi alla guida della chiesa cosentina. Prima di celebrare la sua prima messa nel Duomo di Cosenza, il vescovo ha incontrato le istituzioni nell’auditorium “Guarasci” per il passaggio di consegne con il suo predecessore Salvatore Nunnari. E alla fine ha voluto ringraziare per l’accoglienza ricevuta: «Appena ho saputo la notizia ero tremante per il nuovo compito e dispiaciuto per dover lasciare la Basilicata. Ma poi ho pensato: perché avere paura se tutti insieme, come è stato detto, porteremo avanti un patto educativo, importante soprattutto per i giovani? Però adesso dobbiamo mantenere la parola. Dobbiamo svegliarci e riprendere in mano la nostra vita. Bisogna ricominciare dalla famiglia. Cristo si è fermato a Eboli, ma veniva dal Sud e ci ha lasciato un patrimonio di valori. Dobbiamo mantenere questo patto e consegnarlo ai giovani. Qui a Rende abbiamo un grande università. E a voi militari – ne vedo tanti in sala – dico di continuare a fare con impegno il vostro prezioso lavoro».

IMG 0609
Un saluto affettuoso è stato rivolto dal sindaco e presidente della Provincia di Cosenza, Mario Occhiuto, che ha ringraziato anche Nunnari per il lavoro svolto. Al suo messaggio si è unito quello del prefetto Gianfranco Tomao. Anche le istituzioni della Basilicata hanno voluto salutare monsignor Nolè, che ha guidato fino a ieri la diocesi di Tursi-Lagonegro. Perché – come ha detto il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella – resterà sempre un figlio della Basilicata». Un caloroso benvenuto gli è stato rivolto poi dal governatore della Calabria Mario Oliverio, accogliendolo «in una terra sofferente e difficile. Noi siamo – ha detto – una terra di approdo di tanti immigrati. Qui loro trovano accoglienza ma incontrano anche tante difficoltà. Questa è una regione che è animata dall’anelito del riscatto. Il suo predecessore, monsignor Nunnari, ha saputo essere punto di riferimento degli ultimi e dei sofferenti. Ha saputo lenire le piaghe e le ferite, ma ha saputo essere anche un produttore di fiducia. Solo Dio sa quanto c’è bisogno in una terra come questa di punti di riferimento affinché prevalga la fiducia e non la rassegnazione. Lo sforzo che bisogna compiere è quello di una nuova dimensione culturale ed etica. La Chiesa ha quindi una grande funzione. Noi lavoriamo affinché si affermino questi valori, non senza fatica e ostacoli. Voglio poi rivolgere un grazie di cuore a monsignor Nunnari che mi ha guidato nel mio cammino da quando ero presidente della Provincia di Cosenza». Ad accompagnare monsignor Nolè pure il viceministro Filippo Bubbico: «Sono qui come lucano e non solo. Voi – ha detto rivolgendosi a Nolè e Nunnari – non dovete smettere mai di sollecitarci affinché possiamo svolgere il nostro lavoro per il bene dei cittadini».
Emozionato anche il sindaco di Tursi Cosma Salvatore alla sua prima uscita istituzionale. Il collega di Potenza, Dario De Luca, ha rivolto ai sindaci calabresi un messaggio di collaborazione tra questi territori molto simili tra loro. Un saluto dai fedeli laici è arrivato anche dal mondo delle associazioni e delle azioni cattoliche.

 

GRANDE PARTECIPAZIONE Una folla immensa e un applauso intenso hanno accolto monsignor Nolè nel suo primo ingresso nel Duomo di Cosenza. Un lunghissimo corteo di sacerdoti, partito dalla casa vescovile, ha accompagnato l’arrivo del nuovo arcivescovo dell’arcidiocesi di Cosenza-Bisignano nella Cattedrale per l’ufficiale passaggio di consegne con il suo predecessore, monsignor Salvatore Nunnari, e per la celebrazione della sua prima messa.

Numerosi i fedeli giunti da tutta la provincia. In tanti, incuranti del caldo e della folla, hanno atteso da ore sotto il sole anche solo per urlare a monsignor Nolè il loro caloroso benvenuto. «Grazie a monsignor Nunnari – ha detto Nolè nella sua omelia – per l’amicizia, l’affetto e la fraterna sollecitudine di cui mi ha fatto dono negli anni passati e, ancor più, negli ultimi mesi, ma grazie soprattutto per aver guidato la Chiesa cosentina, antica e ricca di storia e santità, con saggezza e passione ecclesiale, e che questa sera, come successore degli apostoli, mi consegna il testimone di questa gloriosa comunità ecclesiale. Il desiderio che mi abita è quello di favorire un atteggiamento di ascolto reciproco: vescovo e sacerdoti, sacerdoti e laici, genitori e figli, e tutti insieme ascoltare e accogliere pazientemente i desideri e i bisogni dei poveri, degli ultimi, dei giovani in cerca di lavoro e di verità, in ascolto delle domande profonde e inquietanti che ci vengono dalla società e dalle periferie, dalle carceri, dagli ospedali, dalle case di cura.​Carissimi presbiteri e religiosi, lo stile di rispetto e di fiducia, di collaborazione e di amore fraterno, di amicizia sacramentale e di ricerca spirituale, devono permeare i nostri incontri, il nostro stare insieme, la nostra collaborazione pastorale e i nostri progetti formativi. Concludo riprendendo per me i tre impegni che Papa Francesco ha consegnato ai nuovi metropoliti, assieme al Pallio, lunedì scorso: “La testimonianza più efficace e più autentica è quella di non contraddire, con il comportamento e con la vita, quanto si predica con la parola e quanto si insegna agli altri e, guardandoci, ci ha esortati:”Insegnate la preghiera pregando, annunciate la fede credendo, date testimonianza vivendo».
Un lungo applauso ha concluso la solenne cerimonia.

 

Mirella Molinaro

m.molinaro@corrierecal.it

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x