Ultimo aggiornamento alle 14:55
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

I finalisti del Premio Manente

Pronti i finalisti del “Gran Premio Manente 2015”. Una quarta edizione con più spazio ai gruppi e ai filmaker. Ecco i gruppi in abbinamento ai registi: Armando Quattrone-videoclip “Fiero di te”: da…

Pubblicato il: 28/07/2015 – 13:26
I finalisti del Premio Manente

Pronti i finalisti del “Gran Premio Manente 2015”. Una quarta edizione con più spazio ai gruppi e ai filmaker. Ecco i gruppi in abbinamento ai registi: Armando Quattrone-videoclip “Fiero di te”: da Marina, un villaggio del Sud, sulla costa jonica calabrese ad Amburgo, Germania. La gente a Marina è composta da pescatori e musicisti. La tarantella ha in questa zona le sue radici più profonde. Armando cresce qui. Suona, canta e balla alle feste di paese. In tourné Armando comincia a gustare il viaggiare, il suonare. Va in Irlanda, dove si esibisce con musicisti folk irlandesi. “Scialapopolo”-videoclip “Terra d’amuri”: nel 2009 da un’idea di tre amici nasce il gruppo “Scialapopolo”. Nel 2013 fondano l’associazione per la cultura e le tradizioni calabresi, con l’intenzione di riscoprire tutto il patrimonio culturale calabrese. La loro è una ricerca continua della musica calabrese, della nostra tradizione. I vari componenti vengono da vari gruppi e hanno un grosso bagaglio alle spalle, e traggono soddisfazioni ogni giorno dal loro lavoro perché vivono questo come una passione. Abbinati al regista Nicola Notarianni di Lamezia Terme.

Maria Teresa Lonetti-videoclip “Terra d’acqua e focu”: cantautrice calabrese, trasferitasi a Parma, continua il suo percorso musicale partecipando a corsi di canto e improvvisazione. Autrice di testi e musiche, decide di mettersi in gioco, scrivendo anche canzoni in dialetto “melissesse” . Un tuffo nel suo Sud e con contaminazioni che ne rispettano l’essenza, alla quale è fortemente legata, il tutto guidato dal maestro Eugenio Bennato. Abbinata al regista Massimo Spadotto in arte Agemax: un grafico, fotografo e videomaker e opera professionalmente dal 1996 in ambito italiano europeo.

CalabroLesi Rock band-videoclip “Accrocchio”: calabresi, della provincia di Crotone, vivono e lavorano a Bologna da molti anni, legati profondamente alle proprie passioni per la musica e alla propria terra ma capaci di incrementare il proprio bagaglio di esperienze legando l’anima e le tradizioni calabresi a quella emiliana. Il loro primo concerto sintetizza tutta la bellezza e le contraddizioni della Calabria, capaci di essere allo stesso tempo “Calabri” (anima, passione, bellezza, mari, monti) e “Lesi” (che ha subito una lesione, offeso, danneggiato). Spaziano dal rock al blues, alla bossa nova, alla musica classica, decidono di reinterpretare innovando il patrimonio musicale calabrese. A dicembre 2010 esce il loro primo cd “Eju sugnu calabrolesu e tu?” sostenuto da Enrico Ruggeri. Abbinati al regista Claudio Metallo, documentarista, regista, aiuto regista, montatore, scrittore. Le sue ultime avventure artistiche lo hanno visto impegnato su vari fronti. Ha scritto il soggetto e il trattamento di Coronamos di Danilo Monte (2015), Il Buio di Danilo Monte Finalista al Premio Solinas 2014. 

Gli sventurati, musica etnika e popolare -videoclip “Figlio d’arte”: l’originalità del nome si deve alla passione per la musica che ha fatto e fa storia nel nostro paese e non solo. Una passione per la musica popolare ed etnica basata su pizziche tradizionali e innovative, musica che ancora oggi fa tremare gambe e cuori solo a sentirla. Il “Gruppo Sventurati” nasce negli anni Sessanta dall’unione di alcuni amici che giravano per il paese portando serenate. Abbinati al regista Mario Lops: agli inizi degli anni 80 frequenta l’Accademia di Belle arti di Brera e al Castello Sforzesco di Milano, è stato del tutto naturale affiancare la fotografia per realizzare i soggetti da dipingere, vivendo così per molti anni. 

Nelle ultime due edizioni del Gran Premio viste le numerosi iscrizioni, si è deciso di allargare lo spazio a cinque partecipanti. 

La serata conclusiva si svolgerà il 23 agosto a Crucoli nel Santuario della Madonna di Manipuglia. Le altre serate si terranno, come ogni anno, a  Verzino il 16 e 17 agosto e a Santa Severina il 18 agosto. 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x